Notizie.it logo

Contapassi: i migliori prodotti in commercio

contapassi

Il contapassi è un accessorio molto utile. Ne esistono diversi modelli e vari tipi. Dove possiamo acquistarli e di quanti tipi ce ne sono?

Il contapassi è un accessorio utile per chi fa fitness, ma non solo. Esistono molti prodotti in commercio che possono fare al caso proprio. Esiste una differenza tra pedometro e contapassi, proprio perché vi sono molti tipi di articoli che rientrano in tale categoria. I marchi di contapassi sono differenti tra loro. Quali sono i migliori?

Cosa è un contapassi

Il contapassi è un accessorio che può essere indossato al polso oppure alla caviglia, utile per contare appunto i passi che vengono effettuati da una persona. Non è necessario correre. Il contapassi è adatto anche per una camminata. A vederlo dall’esterno sembra un orologio digitale, ma è senza dubbio qualcosa di più. I migliori modelli offrono, ad esempio, oltre al numero dei passi e alla distanza percorsa, anche le calorie che nel frattempo sono state bruciate dalla persona che lo indossa.

Si tratta di un accessorio che ha tecnologia avanzata, che è in grado di tenere costantemente monitorate molte funzioni del corpo, nonché del luogo attorno alla persona che lo usa.

Permette di controllare anche se una persona sta correndo o camminando. Ciò avviene grazie alla misurazione della pressione sul terreno del piede della persona. E’ in genere dotato anche di gps e di rilevatore di battiti cardiaci.

Per le capacità e funzionalità, è possibile paragonarlo in tutto e per tutto ad un computer in miniatura. Permette, infatti, di avere un quadro completo della propria attività fisica quotidiana. In genere, gli ultimi modelli hanno anche un design moderno: ciò lo ha fatto diventare un must per chi ama lo sport. E’ inoltre piccolo, leggero e comodo: pesa, infatti, davvero pochi grammi. In alcuni casi esiste la possibilità di avere radio integrate, per poter correre o passeggiare con un buon sottofondo musicale, oltre a permettere la rilevazione del battito cardiaco e molto altro ancora.

Il contapassi da polso è molto utile, ma esiste anche quello che si può mettere alla caviglia.

Differenza con pedometro

Il pedometro è l’altro nome con cui viene identificato il contapassi. Non esiste, quindi, una vera e propria differenza tra contapassi e pedometro. Il componente che misura il numero di passi nel contapassi è l’accelerometro. Questo si occupa di calcolare la variazione dell’accelerazione del corpo e riesce inoltre a capire anche la direzione in cui quest’ultimo si sta muovendo.

La variazione di accelerazione viene trasformata in segnali elettrici precisi, che il processore riesce poi ad analizzare e trasformare in dati. I passi vengono poi, calcolati tramite appositi algoritmi, che vanno ad analizzare l’ampiezza del movimento e che riconosceranno il passo soltanto entro alcuni tipi di soglie.

Tante volte, infatti, i movimenti possono essere falsati. E’ il caso di una strada incidentata: qui si potrebbero avere conteggiati più passi rispetto a quelli che si fanno davvero, mentre su una strada con superficie morbida accade il contrario.

Vi sono poi, accelerometri più precisi ed altri meno, che riescono a misurare le variazioni che avvengono su due o tre assi. Nel primo caso, le variazioni si calcolano sul piano orizzontale o verticale. Nel secondo, invece, si lavora sulle tre dimensioni e si ha un qualcosa di più preciso. In alcuni casi si ha, grazie a ciò, delle informazioni anche sul rilevamento del sonno. Nelle ore notturne infatti, questi calcoli permettono di vedere se il sonno è leggero (se ci muoviamo molto), pesante (se ci muoviamo poco) o se siamo svegli.

Marchi di contapassi

Esistono diversi marchi di contapassi, anche di modelli differenti.

Un pedometro o contapassi molto conosciuto è il Nakosite. E’ utile non solo per misurare i passi fatti, ma anche le calorie bruciate, la distanza percorsa, la velocità dell’esercizio, il tempo in cui questi vengono impiegati e anche la qualità del sonno. Si tratta di uno strumento particolarmente utile per le attività di fitness. Non ha bisogno di nessuna connessione Bluetooth, nessuna applicazione necessaria e nemmeno di uno smartphone cui collegarsi. E’ possibile all’inizio configurarlo attraverso alcuni dati come il sesso, il peso, l’età e l’altezza.

Successivamente si può inserire data e ora e il prodotto è pronto per essere subito utilizzato. E’ un gadget che pesa appena 28 grammi. E’ quindi, particolarmente leggero ma anche compatto e durevole. Questo oggetto è inoltre coperto da garanzia per ben 1 anno. Se, quindi, il cliente non è soddisfatto, Amazon in questo caso offre la possibilità di mettervi in contatto con il venditore, attraverso il sistema di messaggistica sul sito.

Uno dei marchi più conosciuti è senza dubbio il Garmin. In Internet è possibile trovarlo ad una cifra che si aggira sui 60 euro, molto meno rispetto al prezzo di un comune negozio. L’autonomia della batteria in genere è di un anno e calcola i passi, la distanza percorsa e le calorie bruciate ogni giorno. Inoltre, permette il calcolo dei minuti di intensità settimanale e di monitoraggio del sonno. I migliori modelli riescono a riconoscere automaticamente le attività svolte dalla persona. E’ compatibile, inoltre, con il Garmin Connect Mobile, che serve per le analisi delle attività svolte.

Sempre per ciò che riguarda la marca Garmin, l’ultimo arrivato è il vivosmart3. Non è altro che l’evoluzione del Vivosmart HR. Ha un design molto bello e presenta una grande novità: la rilevazione del VO2max. E’ la massima potenza aerobica uguale alla massima quantità di ossigeno per unità di tempo che può essere consumata da un essere umano. Ciò serve, grazie alla rilevazione del battito cardiaco attraverso il polso, di monitorare lo stato di stress della persona. Si può, inoltre, usare per gestire tutte le notifiche che arrivano da un cellulare che può essere collegato via bluetooth. E’ completamente waterproof, quindi può essere usato anche in piscina o al mare.

I migliori contapassi

Quali sono i migliori contapassi in circolazione? Facendo un giro su internet o nei negozi di articoli sportivi o tecnologici possiamo renderci conto di quanto sia vasto questo particolare mondo. Vi sono proprio alcuni orologi digitali che fungono anche da contapassi, oltre ad avere tante altre funzionalità nascoste all’interno.

Alcuni, ad esempio il Fitbit, oltre al classico cardiofrequenzimetro e misurare calorie, distanza e passi fatti ha attivo il monitoraggio del sonno, ma anche notifiche di messaggio chiamata ed SMS. Legge anche notifiche di messaggi da parte delle applicazioni. Permettono di ascoltare la musica, usare allarmi, anche anti-smarrimento, per ritrovare il telefono.

In particolare, i modelli migliori hanno il cardiofrequenzimentro che è dotato del più recente sensore HR. Ciò permette un monitoraggio preciso ed efficace di tutta la frequenza cardiaca ed è in grado anche di tenere sotto controllo per 24 ore su 24 la frequenza cardiaca in tempo reale, realizzando anche un grafico delle pulsazioni. I sistemi sono spesso compatibili con i più nuovi sistemi Android o Ios, purché siano dotati di un bluetooth minimo di V 4.0. Vi sono anche le notifiche con la vibrazione.

Esistono anche altri braccialetti fitness che sono considerati buoni contapassi, ma non solo. Il Sony ad esempio, è compatibile con la versione 4.4 di Android. Oltre a riuscire eccellentemente a tenere sotto controllo le attività sportive, è utile anche per rispondere alle chiamate in vivavoce, grazie alla possibilità di collegarsi via bluetooth.

Non è necessario infatti, utilizzare lo smartphone direttamente, ma si può lo stesso visualizzare notifiche e messaggi. Possiede dei cinturini intercambiabili, per poter essere adattati a qualsiasi stile. E’ impermeabile e la batteria può durare fino a ben 3 giorni. Ha anche un display in bianco e nero. Possiede anche accelerometro e altimetro.

Infine, molto buono è anche quello della Nike. Ultimamente la multinazionale sportiva si è lanciata nel settore dei misuratori. Ha creato infatti, un bracciale per fitness che può fungere anche da contapassi. Rispetto alla versione precedente, ha un’autonomia maggiore, grazie ad una batteria più potente. Il suo braccialetto è rigido e ha un visore led a 100 dot, che si riesce a leggere anche in piena luce.

Altra marca molto buona di contapassi è il Geonaute. I benefici del prodotto sono molteplici. Oltre a misurare passi, tempo e distanza, permette anche di ricevere alcune notifiche. Il limite minimo di 10000 passi al giorno, ad esempio, è uno di questi e viene opportunamente segnalato. Oltre a tutti questi, esistono anche i contapassi da cellulare. Vi sono alcune app gratuite che si possono scaricare tramite Play Store e che servono da pedometro. Per funzionare, non hanno bisogno di nessun accessorio esterno.

E’ sufficiente portare con sé il telefono e camminare o correre. E’ possibile registrare il numero di passi, distanza, tempo e calorie, oltre a vedere la mappa tramite il GPS che si trova naturalmente nel cellulare. Alcuni contapassi permettono, tramite la connessione internet, di registrare i propri processi sui social network e di pubblicarli. In questo modo, tutti potranno vedere i progressi delle persone. Rispetto alle app di qualche anno fa, attualmente questi consumano molta meno batteria.

Le ultime versioni consumano appena il 2% di batteria, ad esempio. Ciò favorisce l’autonomia del dispositivo su cui si è installato il programma. In alcuni casi sono previsti anche degli obiettivi giornalieri da raggiungere. Generalmente, i contapassi sono piuttosto semplici da utilizzare e anche molto intuitivi: anche chi non è particolarmente tecnologico riuscirà senza dubbio ad utilizzarlo senza nessun tipo di problema.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche