Chiara Nasti è mamma di Thiago: ecco il significato del nome

Chiara Nasti e Mattia Zaccagni sono diventati genitori di Thiago, il loro primo figlio. Tante le polemiche per la scelta del nome, ma tanti i significati

I nove mesi della gravidanza si sono conclusi e Chiara Nasti è finalmente diventata mamma. Lei e il compagno Mattia Zaccagni hanno già postato sui social la foto del piccolo neonato, per il quale hanno scelto un nome particolare, Thiago, dietro il quale si nascondono significati profondi. 

Chiara Nasti è mamma: Thiago è il nome del figlio

Sicuramente il nome che i neo genitori hanno scelto per il loro primogenito non è un nome comune. Vero che è la scelta del nome è sempre un momento molto importante che porta ripensamenti, dubbi, confronti ed esperimenti per verificare quanto nome e cognome possano “suonare bene insieme”. 

Chiara Nasti e Mattia Zaccagni hanno scelto di chiamare il piccolo Thiago e ai tempi dell’ottavo mese di gravidanza dell’influencer avevano scelto di condividere a sorpresa il nome con tutti i follower di Instagram.

Come spesso accade, però, scegliere di condividere informazioni private con il mondo di internet può rivelarsi un’arma a doppio taglio, soprattutto quando a farlo sono personaggi pubblici e, come nel caso di Nasti, influencer. 

Sono piovute diverse critiche nei confronti della scelta del nome: il motivo? L’accusa di volere per forza emulare Lionel Messi, da sempre l’idolo calcistico di Zaccagni. In realtà il nome Thiago è stato scelto anche da un’altra influencer, Sofia Crisafulli, quindi pare che tale nome sia alquanto apprezzato.

Chiara Nasti, in ogni caso, non si è lasciata abbattere dalle polemiche e come già accaduto in passato (sempre per questioni legate alla gravidanza, vedi il gender reveal avvenuto allo Stadio Olimpico di Roma), ha prontamente risposto ai commenti degli haters di Instagram. 

Facendo un passo oltre le sterili polemiche da social, in realtà il nome Thiago nasconde dentro di sé un significato molto particolare, divenendo così un nome molto diffuso, quasi più in Italia che nel resto d’Europa. Thiago, infatti, altro non è che il diminutivo di Santiago (nome, tra l’altro, del primo figlio di Belen Rodriguez), nome che ha origini spagnole ed è formato da due parole ben precise: santo e Yago. Quest’ultimo coincide con la forma arcaica di Giacomo, derivante a sua volta dall’ebraico Jakob, letteralmente “Dio protegge“. Non solo: il giorno dell’onomastico di Thiago è il 25 luglio, data in cui si va celebrando san Giacomo il Maggiore, patrono della Spagna. Il nome Thiago porta con sé un temperamento forte, un carattere deciso, astuto e anche testardo: ama le sfide e non teme in alcun modo il fallimento. Thiago ha fascino, ha autostima e ripone una grande fiducia in se stesso. 

I motivi per cui Chiara Nasti e Mattia Zaccagni hanno scelto proprio Thiago, quindi, sono molteplici. Al di là delle polemiche, dei riferimenti calcistici a Messi, alle più assurde teorie di comparazione con altre influencer, la scelta di chiamare il proprio figlio Thiago raccoglie valori ben più profondi di tutta la polemica che si è venuta a creare. 

Essere un personaggio esposto come Chiara Nasti (che decide coscientemente di pubblicare la sua vita sui social anche per lavoro) significa essere esposti anche a ciò che internet accoglie e propone: critiche, commenti negativi e un fiume di polemiche. 

Thiago però è nato e la felicità di una nuova vita supera nettamente ogni qualsivoglia parola di odio.

Scritto da Marta Mancosu
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com