Robbie Williams tre volte papà: figlia da madre surrogata

Robbie Williams diventa papà per la terza volta. Si tratta di una nascita a sorpresa e molto desiderata dalla coppia, che l'annuncia con una foto.

Robbie Williams e sua moglie, Ayda Field, hanno avuto la loro terza bambina. Nessuno era a conoscenza di questa gravidanza, anche perché la signora Williams non ha portato la bambina in grembo. La coppia ha annunciato la nascita della loro terza figlia biologica spiegando che si è trattato di una nascita avvenuta grazie a una madre surrogata.

Proprio per non complicare una situazione molto delicata con un’incontrollabile esposizione mediatica, i due hanno scelto di tenere la notizia segreta.

Robbie Williams padre di tre figli

Sono due femmine e un maschio i figli nati dal lungo e felce matrimonio tra il cantante britannico e l’attrice statunitense che Williams ha sposato nel 2010. Appena pochi mesi prima aveva fatto una proposta ufficiale alla Field in diretta radiofonica nazionale, per poi affermare che si era trattato di uno scherzo.

Il fatto che i due si siano poi fidanzati ufficialmente e in seguito sposati smentisce completamente la prima versione “scherzosa” della faccenda.

La prima bambina della coppia è nata nel 2012 ed è stata battezzata con il nome di Theodora Rose. Il secondo figlio è arrivato due anni più tardi ed è stato chiamato Charlton Valentine.

Con l’arrivo del secondo figlio però, Robbie e Ayda non avevano esaurito il desiderio di allargare la propria famiglia.

I due evidentemente hanno cercato di concepire un altro figlio in maniera naturale, ma qualcosa deve averlo impedito.

I motivi della scelta di ricorrere a una madre surrogata in realtà non sono stati specificati e probabilmente non verranno specificati nemmeno in futuro per una questione di privacy. Quel che però la Field ci ha tenuto a specificare è che la terza bambina è figlia biologica della coppia. Si chiama Colette Josephine, e già è stata soprannominata con l’adorabile nomignolo di Coco.

“Esistono tanti tipi di famiglia”

Con queste parole Ayda ha voluto presentare al mondo le mani intrecciate di tutti i componenti attuali della famiglia Williams.

Esistono tanti tipi di famiglia e questa piccola bambina, che è biologicamente nostra, è nata da un’incredibile madre surrogata, alla quale saremo eternamente grati. Siamo al settimo cielo. E non vediamo l’ora di crescere come famiglia tutti e cinque insieme.

Nello show business la famiglia di Robbie Williams non è la prima a ricorrere alla maternità surrogata per concepire un figlio: nel clan Kardashian – Jenner c’è stato un episodio simile.

Come funziona la maternità surrogata?

La maternità surrogata è una procedura che prevede la fecondazione in vitro dell’ovulo e il successivo impianto dell’ovulo fecondato nell’utero di una donna che porterà avanti la gravidanza e partorirà il bambino.

A seconda delle esigenze, l’ovulo e lo sperma utilizzato per il concepimento possono appartenere a entrambi i membri della coppia, uno solo di essi oppure a nessuno.

Per questo motivo Ayda Field ha voluto specificare che la bambina è biologicamente figlia di entrambi, quindi non si è fatto ricorso a donatori di ovuli o di seme, ma soltanto a un “utero in affitto”.

Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

GF, Simone Coccia su Lucia e Filippo: interviene la Satti

Belen senza veli su Instagram, il web diventa bollente

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.