Avicii: ipotesi di suicidio nel messaggio della famiglia

La morte di AVICII assomiglia sempre di più a un suicidio: il comunicato ufficiale della famiglia non lascia molti dubbi in merito.

La morte di AVICII non è sospetta, come hanno specificato le autorità che hanno eseguito le autopsie, e a distanza di sei giorni la famiglia scrive un messaggio pubblico che rende più che mai realistiche le ipotesi di suicidio che avevano cominciato a emergere in maniera strisciante fin dai primi momenti dopo la notizia della scomparsa del DJ svedese.

La morte di AVICII: un suicidio?

Soltanto pochissimi giorni fa la famiglia del DJ recentemente scomparso aveva voluto ringraziare pubblicamente i fan che oltre a esprimere in maniera commovente l’enorme affetto per Tim Bergling e la smisurata stima che avevano per il suo lavoro di musicista, hanno saputo rispettare la privacy e il dolore della famiglia.

In quello stesso messaggio la famiglia Bergling aveva lasciato intendere che non avrebbe fornito ulteriori dettagli sulla morte dei Tim, ritenendoli parte di una storia privata che non avrebbe dovuto essere condivisa.

Arriva oggi un messaggio estremamente toccante che tiene fede alla volontà di non rivelare nulla ma che contiene in maniera non troppo celata degli accenni al suicidio.

Il nostro amato Tim era un ricercatore, una fragile anima artistica costantemente alla ricerca di risposte a domande esistenziali. Un perfezionista che aveva raggiunto traguardi altissimi che ha viaggiato e lavorato duro a un ritmo che lo ha condotto a uno stress estremo.

Quando smise di esibirsi in tour volle cercare un equilibrio nella propria vita per essere felice e per essere in grado di fare quello che amava più di qualsiasi altra cosa: scrivere musica.

Era davvero ossessionato da pensieri sul significato della nostra esistenza, sulla vita e sulla felicità. Non ha potuto proseguire oltre.

Voleva trovare pace. Tim non era fatto per la macchina dello spettacolo in cui si era ritrovato; era un ragazzo sensibile che amava i suoi fans ma che evitava i riflettori.

Tim, sarai sempre amato e saremo sempre tristi per la tua assenza. La persona che eri e la tua musica terranno vivo il ricordo di te.

Ti amiamo, la tua famiglia.

famiglia di AVICII

Le ipotesi della stampa

La stampa svedese ha naturalmente dedicato moltissimo spazio a uno degli artisti più famosi della nazione: dopo la commovente lettera della famiglia di Tim alcune testate, tra cui il famoso periodico Variety ha sottolineato che il messaggio rende più evidenti che mai le possibili implicazioni di un intento suicida.

A rendere ancora più sconvolgente questa ipotesi è il fatto che nell’ultimo periodo il ventottenne che probabilmente si è tolto la vita sembrava sereno e sembrava essere sul punto di conquistare quell’equilibrio nella propria vita personale a cui fa riferimento anche il messaggio della famiglia.

Le altre morti celebri

La morte di AVICII si aggiunge purtroppo a una serie di morti più o meno recenti che nell’ultimo periodo sembrano seguire tutte uno stesso copione: un artista apprezzato dalla critica e amatissimo dal pubblico che, all’apice di un periodo di apparente serenità e di recupero del proprio equilibrio personale muore in circostanze drammaticamente sospette. E’ questo il caso di Dolores O’Riordan e di Chris Cornell, morto nemmeno un anno fa appena dopo un concerto di grande successo.

Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Scarlett Johansson incidente sexy in aereo

Biondo difende la Parisi e attacca i fan “non seguitemi”

Leggi anche
  • giorno dopo stuproIl giorno dopo lo stupro, la risposta social alle parole di Grillo

    Ha fatto il giro del web e dei TG il video di Beppe Grillo che difende il figlio dall’accusa di stupro e non sono mancate le risposte e le critiche.

  • giornata terra 2021 modaGiornata Mondiale della Terra 2021, anche la moda cambia rotta

    La Giornata Mondiale della Terra 2021 porta a una riflessione sulla moda, un settore in rotta verso la riconversione sostenibile.

  • povertà mestruale cosa èCos’è la povertà mestruale: quando avere il ciclo diventa un lusso

    Cos’è la povertà mestruale o period poverty: molte donne non possono acquistare i prodotti per l’igiene femminile perché costano troppo.

  • domande scomode e illegali al colloquio di lavoroColloquio di lavoro e parità di genere: le domande scomode e illegali

    Quali sono le domande scomode e illegali poste più frequentemente alle donne durante il colloquio di lavoro.

Contents.media