Marina La Rosa “Gatta Morta? Non sapevo cosa significasse”

Marina La Rosa si sente ancora una Gatta Morta? La risposta è ambigua come tutte quelle mai fornite dalla ex gieffina.

Marina La Rosa è stata una concorrente del primo Grande Fratello, quello a cui prese parte anche Pietro Taricone e che fu vinto da Cristina Plevani, la bagnina di Iseo che oggi fa la cassiera e della vita televisiva oggi non vuole più nemmeno sentir parlare.

Marina divenne famosa per il nomignolo che si guadagno suo malgrado: la Gatta Morta. Oggi, che torna a parlare di sé dopo moltissimi anni, sfoggia ancora quell’atteggiamento che la rese nota e spiega che di quello che pensa la gente oggi le importa molto meno di diciassette anni fa.

Marina La Rosa: Gatta Morta

Fu un plebiscito quello che appioppò a Marina La Rosa questo soprannome, che descriveva così bene l’atteggiamento languido, un po’ poseur ed esistenzialista con cui la concorrente approcciò all’esperienza del reality.

Oggi quelle caratteristiche non sono affatto sparite, ma Marina rivela che all’epoca non aveva la minima idea di cosa significasse quel soprannome.

Ammesso che quanto afferma sia vero, Marina imparò in fretta il significato vero di quel nomignolo e, già allora, se ne fregò andando dritto per la sua strada.

Oggi, con l’aria da intellettuale di cui si è sempre ammantata, spiega il suo punto di vista scomodando addirittura Luigi Pirandello.

Mi ricorda molto la celebre commedia ‘Come tu mi vuoi’ di Pirandello, in cui l’autorespiega come ogni persona abbia bisogno di identificare gli altri in categorie: belli, bravi, brutti, omosessuali, alti, ipocriti, cattivi, ingenui, etero e, perché no, anche in gattemorte. Sono in fondo tutti pregiudizi dettati dalle nostre paure. Per cui in tutta onestà, non mi sono mai preoccupata dei giudizi della gente.

Marina La Rosa

Il calendario hot e la sensualità

Se non rimpiange nulla del breve periodo trascorso in televisione, Marina La Rosa non ha niente da recriminare a se stessa per le scelte fatte in quel periodo. Dal momento che si era trasformata in un sex symbol per milioni di italiani, appena dopo il termine del reality a Marina fu proposto di posare per un calendario sexy, cosa che lei accettò di buon grado.

A chi le chiede di commentare quella scelta Marina risponde dalle pagine del settimanale Off:

Ognuno raggiunge i propri fini ed i propri obiettivi come meglio ritiene opportuno. Con la bellezza, con il sesso, con la bravura, con l’onesta o con i sotterfugi.

All’epoca quindi, la bellezza era soltanto uno degli strumenti attraverso cui la giovane Marina cercava di afferrare il suo quarto d’ora di notorietà. Nulla di cui pentirsi e niente che non abbiano fatto molte altre colleghe.

Il rapporto con Rocco Casalino

Di recente un altro inquilino del primissimo Grande Fratello è salito alla ribalta della cronaca, e non della cronaca rosa. Rocco Casalino, che strinse un ottimo rapporto con Marina nella casa, oggi è portavoce ufficiale del Movimento 5 Stelle, uno dei due partiti che sono avventurosamente riusciti a formare un governo dopo giorni e giorni di crisi istituzionale. Chiamata a dare un giudizio sulle capacità di Casalino, Marina lo ricorda come un uomo intelligente e determinato, che fin dall’epoca del reality coltivava il sogno di dedicarsi alla politica e che oggi è riuscito a raggiungere i suoi obiettivi. Secondo Marina c’è soltanto da togliersi il cappello quando si parla di lui.

Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Mercedesz Henger e Lucas Peracchi nuova coppia

Uomini e Donne, dediche d’amore tra Nilufar e Giordano

Leggi anche
Contents.media