Notizie.it logo

Mahmood, “di potente non ha solo la voce”

Mahmood, “di potente non ha solo la voce”

Alberto Dandolo ha affermato che Mahmood sarebbe un 'superdotato' e il popolo del web è impazzito.

Con la vittoria al 69° Festival di Sanremo, il nome di Mahmood è diventato popolare a chiunque. Prima della sua esibizione all’Ariston, molte persone non sapevano chi fosse, mentre in questi giorni se ne sentono di tutti i colori. L’ultimo chiacchiericcio che lo riguarda non ha nulla a che fare con il brano ‘Soldi’ o con il suo trionfo a discapito di Ultimo, ma mira alle sue doti ‘sessuali’.

Le dichiarazioni di Dandolo

È Alberto Dandolo a lanciare l’indiscrezione su Mahmood. Il giornalista, pubblicando uno scatto che ritrae il vincitore del 69° Festival di Sanremo, ha scritto: “Su sto ragazzo in queste ore se ne stanno dicendo tante! Troppe. Forse usciranno notizie finalizzate ad affossare la sua neonata carriera. Non credeteci. So di certo che vere non sono.

Volete un innocuo pettegolezzo su di lui? Di potente non ha solo la voce”. Dandolo, che lavora per Dagospia e per il settimanale Oggi, è sempre stato un tantino irriverente e non sappiamo quali siano le fonti che gli hanno riferito che Mahmood sarebbe un ‘super dotato’. Lo scatto che ritrae il cantante di ‘Soldi’ ce lo mostra in costume, mentre è al mare, appoggiato agli scogli. Nulla di sconvolgente, ma sembra che questa immagine sia bastata a diffondere lo scoop sulle sue ‘doti sessuali’. Ora, sicuramente, Alberto non si è basato solo sulla fotografia e avrà avuto qualche soffiata, ma la voce che ha diffuso sta facendo il giro del web. Quale differenza potrebbe esserci se sapessimo che Mahmood ha dei gioielli di famiglia degni di nota? Nessuna, ovviamente.

Dandolo avrà voluto lanciare questa bomba anche per distogliere un po’ l’attenzione su tutte le cattiverie che sono state dette in questi giorni su di lui e c’è da ammettere che è riuscito nel suo intento.

dandolo

La reazione del web

Con la diffusione dello scoop sulle ‘dimensioni’ di Mahmood, il popolo del web è esploso. C’è chi critica la notizia, chi la apprezza e chi si scaglia contro Dandolo. Sul web si legge: “Ma beato chi se lo sc**a” oppure “Questi scoop sono semplicemente disgustosi” o ancora “Questo Dandolo avrà anche una laurea con 110 e lode ma ha la finezza e la delicatezza di un cinghiale nella vigna. Può anche essere che questo bel ragazzone sotto sia un toro, ma Dandolo crede di aiutarlo nella carriera dicendolo a tutti? Non ci fa una gran figura lui e alimenta ulteriori pettegolezzi inutili su un ragazzo che forse vorrebbe farsi ricordare per altro. E comunque, per inciso, a me non pare che abbia propriamente una voce potente”.

I toni sono bene o male questi, ma ce ne sono anche alcuni che sono davvero atroci. Dandolo non ha mai avuto peli sulla lingua e, come anche sottolineato in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, abitando in una zona particolare di Milano riesce a scoprire tanti dettagli della vita privata dei Vip. Alberto ha dichiarato: “A Milano abito in viale Monza, mondane e trans mi raccontano cose folli. Poi bisogna farci la tara. Efe Bal, per esempio, è un’enciclopedia, ma va presa con le pinze. Di notte ci sono uomini famosi che annegano le responsabilità del potere in questo modo. Potrei farle i nomi di politici dai gusti eccentrici”. Che anche la notizia su Mahmood gli sia arrivata da queste fonti? Non ne abbiamo la certezza, né sulla provenienza della voce, né tantomeno sulla realtà della stessa. Ora, se l’indiscrezione sulle ‘dimensioni’ dei gioielli di famiglia di Mahmood fossero vere non potremmo che essere felici per lui e per la sua donna.

mahmood

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche