Jennifer Lopez nella bufera, volano accuse: “Essere umano orribile”

Jennifer Lopez nella bufera, volano accuse: nega selfie e autografi e tratta male i lavoratori.

Jennifer Lopez, grazie ad un nuovo trend social, è finita al centro della bufera. In molti le hanno lanciato accuse ben precise, che la descrivono come un “essere umano orribile“. 

Jennifer Lopez nella bufera: volano accuse

Sui social, specialmente su TikTok e Twitter, c’è un nuovo trend che spinge gli utenti a raccontare le brutte esperienze vissute con i personaggi del mondo dello spettacolo. “Raccontami quella volta che una celebrità è stata cattiva o maleducata con te“, questo è l’invito. In tanti si sono scagliati contro Jennifer Lopez, lanciandole accuse ben precise. Sembra che JLo abbia negato selfie e autografi ai fan e abbia atteggiamenti crudeli anche con le persone che lavorano per lei. 

Utente contro Jennifer Lopez: il racconto

Su TikTok, un utente ha raccontato: 

“Ho due storie che testimoniano quanto JLo sia un orribile essere umano. Numero uno, quando lei ha degli autisti impone loro una regola subito, non possono guardarla. Non possono ovviamente nemmeno parlarle e i suoi bagagli non possono mai toccare il terreno. Se solo una di queste cose dovesse accadere lei si assicurerà che l’autista di turno sia licenziato. Anche se dovessi guardare nello specchietto retrovisore mentre guidi, lei dirà che stai cercando di guardarla di nascosto e procederà con il farti licenziare. E io dico queste cose perché le so. Mio padre lavora per quell’azienda di autisti. Lui si rifiuta sempre di farle da autista quando lei viene in città. Questo perché sa come tratta di m***a gli autisti”. 

Pare che Jennifer Lopez sia davvero crudele con gli autisti. E’ bene sottolineare che il racconto potrebbe anche essere del tutto inventato, per cui va preso con le pinze. 

Jennifer Lopez: la storia delle mance con Ben Affleck

Non solo contro gli autisti, sembra che la Lopez sia crudele anche con gli altri lavoratori. L’utente ha raccontato: 

“Seconda storia, lei era con Ben a Las Vegas al MGM, o comunque un altro casinò. Lui lascia mance alte, rispetta tutti i lavoratori. Quella sera ha lasciato molte mance e a tutti ha dato molti soldi. Lei è subito andata lì, ha chiesto di riavere i soldi e ha dato loro dai 5 ai 1 dollari a testa. Lei è una brutta persona”. 

Queste storielle corrispondono alla verità? Molto probabilmente, non lo scopriremo mai.

Scritto da Fabrizia Volponi

Lascia un commento

Leggi anche
Contentsads.com