The Witcher, in arrivo uno spin-off della serie targata Netflix: tutti i dettagli

Dopo il successo di The Witcher, Netflix investe nella storia con un nuovo spin-off. Ecco cosa sappiamo per ora.

The Witcher è una delle serie tv certamente più amate, non solo sulla piattaforma di Netflix: infatti, – preceduto dai famosi videogiochi e dai romanzi – ha saputo incatenare tutti alla sua trama intricata e complessa, arrivando a convincere Netflix a realizzare anche uno spin-off dalla serie madre.

The Witcher avrà un nuovo spin-off: trama

La notizia è ormai ufficialmente confermata e giunge dopo quella relativa alla serie prequel che sarà intitolata The Witcher – Blood origin. Due linee temporali di espansione differenti, dunque, per la serie principale: una che ci mostrerà le vicende antecedenti ai fatti di The Witcher e una, invece, che si discosterà in parte dal mondo già noto al pubblico.

Dalle prime (per quanto poche) anticipazioni, pare infatti che lo spin-off live-action avrà come protagonisti alcuni personaggi meno noti ai fan della serie e dei videogiochi, esplorando dunque narrazioni secondarie e imprevedibili.

Stando a Redanian Intelligence, lo spin-off potrebbe concentrarsi sui Ratti, ovvero una giovane banda di criminali Nilfgaardiani cui – per un breve periodo – si unirà anche Ciri. Possiamo ipotizzare che la storia si svilupperà sempre nell’arco di otto puntate della durata compresa tra i cinquanta e i settanta minuti.

The Witcher, lo spinf-off: i dettagli sulla serie

Al momento, la serie spin-off di The Witcher non ha un titolo e neanche, chiaramente, un abbozzo di cast.

Secondo alcune indiscrezioni, però, l’attenzione sarà rivolta principalmente sui Ratti. Non è ancora chiaro quale sarà la collocazione temporale dello spin-off, dunque se anche quest’ultimo sarà considerabile un prequel oppure se andrà di pari passo alle puntate di The Witcher.

Lo spin-off così abbozzato potrebbe sembrare un po’ un azzardo: il pubblico sembra destinato a non trovare nella serie i personaggi principali di The Witcher, ovvero quelli che hanno fidelizzato i telespettatori e i giochiatori del video-game. Potrebbe trattarsi di un rischio: il format reggerà se declinato sulla storia di personaggi marginali?

Su Netflix The Witcher sta subendo degli scossoni non indifferenti che destano preoccupazione circa il suo futuro: parliamo dell’abbandono di Henry Cavill al ruolo di Geralt di Rivia. A sostituirlo sarà Liam Hemsworth. Per quanto l’attore di Thor sia molto amato dal pubblico, i fan della saga non hanno apprezzato la notizia e sul web impazzano le petizioni per far tornare Cavill – chiaramente senza successo.

Alla luce di questi eventi, l’intero futuro di The Witcher potrebbe essere messo in dubbio e, di conseguenza, anche quello dello spin-off che è ancora a uno stadio totalmente embrionale di sviluppo. Questi eventi imprevisti nel cast principale di The Witcher potrebbero condurre a un dietro-front sugli altri progetti legati alla serie madre?

Al momento non sono disponibili altre notizie, ma di certo, Netflix chiarirà a breve il futuro dei suoi progetti, non avendo ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito ai prodotti in questione.

Scritto da Francesca Aliperta
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Margherita FumeroMargherita Fumero: chi è l’attrice

    Margherita Fumero è una nota attrice di teatro e di televisione. La sua carriera è ricca di grandi successi e di notevoli esperienze professionali

  • Enzo DecaroEnzo Decaro: tutto sull’attore napoletano

    Enzo Decaro, classe 1958, è un noto attore e sceneggiatore napoletano, ex membro del gruppo comico La Smorfia, insieme a Troisi e Arena.

  • The Last of UsThe Last of Us 2: chi è Abby?

    Abby è uno dei personaggi più criticati di The Last of Us. Ma Laura Bailey ne vorrebbe vestire i panni.

  • “Air”: il film sull’accordo tra la Nike e Michael Jordan

    “Air”: trama e cast del film sul leggendario accordo tra Nike e Michael Jordan. Nelle sale cinematografiche dal 5 aprile.

Contentsads.com