Uomo truffato a La Spezia: “Sono Angelina Jolie, ti vendo la mia auto”

Tutto quello che c'è da sapere sulla nuova truffa online: account falso finge di essere Angelina Jolie.

Nel mondo del web, grazie all’avanzare della tecnologia, le truffe online si evolvono costantemente, spesso sfruttando la credulità delle persone con nuovi inganni. Molto spesso, i truffatori approfittano di volti celebri ignari di tutto per indurre le persone a compiere azioni dannose. Questa volta la vittima è stato un uomo di 40 anni residente a La Spezia. Credeva di parlare con Angelina Jolie, ma quello che si nascondeva dietro l’account falso andava ben oltre le sue aspettative.

Uomo truffato a La Spezia: compra una macchina credendo di parlare con Angelina Jolie

Innocentemente, quest’uomo ha iniziato a chattare su Facebook con un profilo falso che si fingeva essere Angelina Jolie. Il truffatore ha proposto la vendita di un’auto e la vittima, entusiasta all’idea di possedere una macchina di una celebrità di Hollywood, ha versato ben 50.000 euro. In cambio, ha ricevuto soltanto un video dell’imbarco dell’auto su una nave, la quale non è mai giunta in Italia. La macchina e la presunta Angelina Jolie erano ovviamente pura finzione, ideata da alcun truffatori provenienti dal Centro Africa. Dopo aver realizzato di essere stato vittima di una truffa, l’uomo ha immediatamente presentato denuncia alla Polizia Postale. Tuttavia, le speranze di recuperare la somma di denaro sono minime, poiché i truffatori sembrano essere scomparsi nel nulla.

Angelina Jolie, la truffa non è un caso isolato: le dichiarazioni della Polizia Postale

Alessandro Nanni, esperto della Polizia Statale, ha raccontato che questo tipo di truffe sta proliferando ad un ritmo davvero preoccupante. Le pratiche di inganno si stanno evolvendo rapidamente, adattandosi e specializzandosi sempre di più. Una parte significativa della loro crescita può essere attribuita all’aumento dell’uso e alla fiducia riposta nei social media. D’altra parte, invece, c’è la grande disattenzione degli utenti in queste piattaforme di comunicazione. Le truffe, una volta basate soltanto su messaggi ingannevoli, oggi utilizzano metodi più innovativi come lo spoofing, clonando numeri di persone famose per ottenere maggiore credibilità. L’esperto ha aggiunto che le truffe non riguardano solo le false identità, ma coinvolgono anche il trading finanziario. Le vittime sono attirate con piccoli investimenti seguiti da dimostrazioni di guadagni falsi tramite app manipolate. L’obiettivo della Polizia Postale è sensibilizzare il pubblico sul tema attraverso degli incontri informativi. La rete è ampia e pericolosa, riconoscere queste truffe è difficile e richiede molta attenzione. Se vogliamo pensare ad un mondo digitale in cui ci relazioniamo in maniera autonoma, è necessario cominciare ad essere utenti consapevoli.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI DONNEMAGAZINE.IT

Samantha Fox è stata arrestata: era ubriaca in aereo | DonneMagazine.it

Chiara Ferragni, quanti sono i follower falsi? I dati | DonneMagazine.it

Scritto da Gaia Corrado

Lascia un commento

Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com