Recensione del nuovo film “Animali Fantastici – I segreti di Silente”

“Animali Fantastici - I segreti di Silente”, nuovo film intenso e sempre sul filo del rasoio, concentra l'attenzione sui tragici intrecci di Albus Silente.

Mads Mikkelsen interpreta un mago malvagio con talento politico nell’ultimo film spinoff di “Harry Potter”, che ha anche Jude Law e Eddie Redmayne all’interno del cast.

Come molti film per bambini di questi tempi, “Animali Fantastici: I segreti di Silente” è un primer politico cosparso di polvere magica. In questo terzo capitolo della serie “Animali Fantastici” (prequel delle storie originali di “Harry Potter”), le creature coccolose sono state per lo più sostituite da creature più oscure: i mostri scorpioni sorvegliano una prigione dove gli attivisti vengono torturati (o peggio). Una parte della storia è ambientata nella Berlino del 1930. La posta in gioco mortale è chiarissima. Un sottotitolo alternativo potrebbe essere “Totalitarismo per ragazzi”.

È un film intenso, e sempre sul filo del rasoio. Invece di costruire la trama intorno ad un noioso inseguimento condito da mostri digitali carini – un passo falso nei primi due film “Animali Fantastici” – il regista David Yates e gli sceneggiatori, J.K. Rowling e Steve Kloves, centrano “I segreti di Silente” su un’elezione. Grindelwald, il mago suprematista visto l’ultima volta mentre tentava di incitare una guerra globale, spera di convincere il mondo magico a sostenere la sua ascesa elettorale per soggiogare gli umani non magici. (Il ruolo è stato interpretato l’ultima volta da Johnny Depp; Mads Mikkelsen assume il ruolo qui, e le minacce di Grindelwald suonano più verosimili se consegnate con il fare freddo di Mikkelsen). I lettori della Rowling sanno di riferirsi alle persone non magiche come Babbani. Per Grindelwald, sono “animali”, anche se ammette che sono capaci di preparare una buona tazza di tè. C’è da dire che i babbani, però hanno degli ottimi siti, come Netbet casino online.

L’attenzione si concentra sui tragici intrecci di Albus Silente (Jude Law), che un tempo ha amato l’odioso Grindelwald e indossa ancora una vecchia collana del giuramento di sangue che lo strangola per aver pensato male del suo ex amore. Oltre a soffrire per il suo cattivo gusto in fatto di uomini, Silente deve fare ammenda con il suo fratello pessimista (Richard Coyle) e il suo nipote tormentato (Ezra Miller), una figura torbida e così visibilmente infelice che le mosche gli ronzano intorno alle mani.

Con Silente alle prese con una famiglia piena di rancori, la storia ha a malapena spazio per Newt Scamander (Eddie Redmayne), lo svolazzante curatore di animali che si occupa delle bestie fantastiche del titolo. Il personaggio di Redmayne giustifica la sua esistenza nella trama entrando in possesso di un Qilin (pronunciato chillin), una creatura rara, simile a un cerbiatto, che ha un’insolita influenza nelle gare elettorali – è una specie di bastone da rabdomante mammifero che ha il potere di identificare la purezza di cuore di una persona e la sua capacità di essere un leader. La serie sembra spostare i riflettori dal suo presunto protagonista e dal suo interesse amoroso dei film precedenti, Tina (Katherine Waterston), che compare praticamente solo in una scena. “È molto occupata”, spiega Newt. Sembra una strizzata d’occhio all’apparente lotta del franchise per trattenere gli attori. Più tardi, in un veloce colpo di scena da manuale, tutta la memoria di un altro personaggio viene cancellata. A nessuno sembra importare.

Eppure, questo è il film più coinvolgente e ben ritmato della trilogia fino ad oggi, nonostante la sua durata di quasi due ore e mezza – de rigueur per gli spettacoli moderni che vogliono convincere il pubblico che stanno ottenendo una buona occasione per i soldi spesi.
“I segreti di Silente” si intrinseca tra temi di fragilità, intenzioni contrastate e perdono. Anche lo schema dei colori sottolinea che questa storia insiste su sfumature di grigio. È strano come i recenti film fantasy sembrano essere fatti principalmente per gli adulti – è difficile immaginare che i bambini che aspettano in fila per una birra al burro in un parco a tema di Harry Potter siano affascinati da una spiegazione su come i candidati cattivi salgono alla ribalta durante elezioni. Eppure, c’è una bella immagine che dovrebbe unire il pubblico di tutte le età: un dispositivo di teletrasporto fatto da un turbine di pagine di libri fluttuanti. L’immagine ricorda che la finzione non è solo una lezione di storia, ma un mezzo di fuga.

Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Don Matteo 13: le anticipazioni della quarta puntata

La donna al centro delle voci di tradimento di Rihanna e A$AP Rocky parla

Leggi anche
  • Cornelia Jakobs chi èChi è Cornelia Jakobs: la cantante svedese dell’Eurovision 2022

    Tutto quello che sappiamo su Cornelia Jakobs, la cantante svedese che parteciperà all’Eurovision Song Contest 2022 con il suo brano Hold Me Closer.

  • mara carfagna chi èChi è Mara Carfagna: vita privata e curiosità sulla ministra

    Laureata in Giurisprudenza, sesto posto a Miss Italia, alle spalle una legge contro lo stalking: la carriera della Ministra per il Sud Mara Carfagna.

  • freaks outFreaks Out: trama e cast del film

    Freaks Out è un film del 2021 dai grandiosi effetti speciali e con un grande cast, la cui trama ha tocchi di fantasy e dramma.

  • Federica Pellegrini prime indiscrezioni matrimonioFederica Pellegrini: le prime indiscrezioni sul matrimonio con Matteo Giunta

    Federica Pellegrini e Matteo Giunta, per la prima volta insieme a Verissimo, parlano del loro matrimonio ormai imminente. Ecco tutto quello che sappiamo.

Contents.media