Quanti chili si possono perdere in una settimana? Il parere dei medici

Quanti chili si possono perdere in una settimana? La risposta dei medici.

Le diete lampo, ovvero quelle che promettono di far perdere peso in poco tempo, portano spesso a riprendere i chili persi ‘con gli interessi’. Quanti chili si possono perdere in una settimana? Qualcuno dice 1, altri 5 e altri ancora puntano all’esagerazione, ma il parere dei medici è quello che dovremmo sempre tenere bene a mente.

Quanti chili si possono perdere in una settimana?

Con l’arrivo della bella stagione o dopo le festività, il web si riempie di diete ‘lampo’ che promettono risultati miracolosi nel giro di pochissimo tempo. Questi regimi alimentari hanno slogan che, più o meno, suonano così: “Tre chili in tre giorni”, “Cinque chili in sette giorni” o “Dormi e non ingrassi, mangi e dimagrisci”. Tralasciando quest’ultima frase, appartenente ad una pubblicità degli anni ’90, la domanda sorge spontanea: quanti chili si possono perdere in una settimana?

Silke Restemeyer, responsabile della Società tedesca per la Nutrizione (DGE), è stato intervistato dal sito Al Femminile e ha provveduto a rispondere alla domanda.

Ha dichiarato:

“Quanto si può perdere in una settimana dipende, tra l’altro, fortemente dalla situazione iniziale. È possibile perdere diversi chili in una settimana, tuttavia è importante sapere che inizialmente non è grasso, ma solo acqua. Per perdere un chilo di tessuto adiposo bisogna bruciare 7000 kcal“.

Le persone in grave sovrappeso, quindi, perdono peso più velocemente e molto più in fretta di quelle che devono buttare via solo un paio di chili. A tutto ciò, inoltre, si deve aggiungere anche il modo di alimentarsi e l’attività fisica che si svolge.

L’inganno delle diete lampo

I regimi alimentari che promettono una perdita di peso in poco tempo, quindi, sono soltanto ingannevoli. O meglio, è possibile che facciano dimagrire, ma il risultato ottenuto sparirà in men che non si dica. Silke Restemeyer ha dichiarato:

“Chi perde molto peso in un tempo troppo breve corre il rischio di non essere sufficientemente rifornito di tutti i nutrienti necessari per avere l’energia di cui abbiamo bisogno e che fanno bene alla nostra salute. Inoltre, a causa dell’effetto yo-yo, si recupererà questo peso altrettanto rapidamente. Il nostro metabolismo va in uno stato di riposo se mangiamo troppo poco. Non appena si ritorna alle normali abitudini alimentari, il corpo assume tutte le calorie e ne immagazzina il più possibile. Il puntatore della bilancia si alzerà irrimediabilmente di nuovo”.

Pertanto, perdere peso in modo veloce è del tutto controproducente. Affinché il dimagrimento non sia solo un’illusione, si deve perdere mezzo chilo a settimana e da uno a due chili al mese. Inoltre, è bene fare una pausa dalla dieta quattro-sei settimane dopo i primi tre-cinque chili. In questo periodo, infatti, il peso viene mantenuto e concedersi qualche piccolo peccato di gola renderà più piacevole il regime alimentare che si sta seguendo. Il consiglio del medico, infine, è quello di seguire sempre uno sport: questo aiuta a dimagrire e rigenera anche la mente.

Scritto da Fabrizia Volponi
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Silk Epil: qual è il miglior epilatore? Consigli

Dipendenza affettiva, come riconoscerla e uscirne: consigli

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.