Quali sono i criteri più importanti per la scelta di un robot aspirapolvere?

Il robot aspirapolvere è apparso sul mercato ormai da diversi anni. Si tratta del sogno di molte casalinghe, che vedono in questo elettrodomestico la soluzione definitiva alla pulizia del pavimento.

Il robot aspirapolvere è apparso sul mercato ormai da diversi anni. Si tratta del sogno di molte casalinghe, che vedono in questo elettrodomestico la soluzione definitiva alla pulizia del pavimento.

In effetti, questo dispositivo può rivelarsi un valido alleato per risparmiare tempo. C’è da dire, comunque, che per ottenere una pulizia davvero accurata ed approfondita, dovremo comunque verificare le zone più inaccessibili e remote delle stanze.

La scelta del robot deve essere fatta in base alle esigenze specifiche di chi lo acquista. Potremo trovare le migliori guide ed i consigli più indicati per la sua scelta su Migliorobot.it.

Ma andiamo a scoprire assieme quali sono i fattori più importanti di cui tener conto prima dell’acquisto del robot aspirapolvere.

Autonomia

Verifichiamo che la durata della batteria sia sufficiente per pulire le stanze della nostra casa. Naturalmente, più sarà grande l’area da pulire, maggiore dovrà essere l’autonomia della batteria.

Design

Il design non è solamente una questione di estetica. Da esso dipende anche la funzionalità dell’apparecchio. Un modello rotondo, ad esempio, difficilmente riuscirà a pulire anche gli angoli remoti così come potrebbe fare un modello più squadrato. Da considerare è anche la presenza di spazzole esterne, oltre a quella centrale vicino alla bocca di aspirazione. Queste spazzole rotanti contribuiscono a raccogliere lo sporco e direzionarlo verso l’aspirazione.

Accessori

In base al tipo di pavimento che andremo a pulire, potremmo aver bisogno di alcuni accessori particolari, ad esempio per la pulizia del parquet o per raccogliere i peli di animali.

Mappatura della casa

I dispositivi più performanti riescono ad ottimizzare gli spostamenti mappando le aree da pulire. In questo modo evitano di girare a vuoto e di passare ripetutamente su zone che sono state già aspirate.

Controllo da remoto

Oltre al controllo mediante telecomando, oggi è possibile avviare, spegnere o programmare il robot attraverso un’app scaricabile sul proprio smartphone. Pensiamo un attimo alla comodità implicita in questa possibilità. Anche se non siamo in casa, non dovremo avere paura di accettare ospiti improvvisi. Basterà, con un semplice comando, indicare al piccolo assistente domestico di pulire il pavimento prima dell’arrivo degli ospiti.

Ricarica automatica

Un’altra utile funzionalità è la ricarica automatica. In pratica il robot inizia a dirigersi verso il caricabatterie in maniera del tutto autonoma quando si accorge che la batteria si sta esaurendo. In questo modo potremo essere certi che il lavoro di pulizia venga terminato.

Potenza di aspirazione

Questa è una delle prime caratteristiche che andremo a valutare. Scegliere un modello più potente soprattutto se la casa tende a sporcarsi facilmente, se l’area da pulire è molto estesa o se ci sono animali da compagnia in casa.

Tipo di serbatoio

La capienza del serbatoio deve essere tale da assicurare che il dispositivo termini di aspirare senza dover essere svuotato. I migliori modelli, inoltre, consentono di togliere facilmente il serbatoio con un unico movimento, mentre quelli più economici richiedono di smontare più parti separatamente per svuotarlo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media