Protocollo Covid per la scuola, quarantena con 3 positivi: come funziona

Arriva il nuovo protocollo Covid per la scuola. La quarantena verrà effettuata solo se ci saranno 3 positivi in classe.

Arriva il nuovo protocollo Covid per la scuola. La quarantena verrà effettuata solo se ci saranno 3 positivi in classe.

Protocollo Covid per la scuola, quarantena con 3 positivi: le regole

Questa settimana arriverà il via libera alle indicazioni per gestire i contagi a scuola.

Il documento dell’Istituto superiore di Sanità, Regioni e Ministeri della Salute e dell’Istruzione, è stato molto sofferto. Il 21 ottobre c’è stato un incontro con il Garante della privacy, che ha chiesto di cambiare alcuni passaggi del documento. Il testo è arrivato all’ottava bozza e sembra essere quella definitiva, che verrà trasmessa alle Regioni e alle scuole. Hanno deciso che non ci sarà quarantena se c’è solo un positivo in classe, ma tutti rimarranno a casa con tre o più positivi.

Nelle indicazioni è stato spiegato che se la Asl non può intervenire tempestivamente dovrà essere il dirigente scolastico che “in via eccezionale ed urgente” potrà sospendere le attività didattiche e avviare le misure del protocollo. I destinatari sono gli insegnanti e le famiglie degli alunni a contatto con il caso confermato 48 ore prima dei sintomi e dell’esecuzione del test. A questo punto deve intervenire la Asl, che ha l’ultima parola.

Protocollo Covid per la scuola, quarantena con 3 positivi: cosa succede con un caso solo

Le indicazioni prevedono due tamponi, in aggiunta a quelli già usati in caso di quarantena. Uno è il “T0”, che va fatto appena c’è un caso positivo, l’altro è il “T5”, da fare dopo cinque giorni. Vanno bene i test indicati per il Green pass, ovvero il molecolare, il rapido o quello con prelievo salivare. Le regole sono valide per tutte le scuole dalle elementari in su. In caso di uno studente positivo, i compagni devono fare il “tampone 0“, il prima possibile. Rientrano subito in classe se il risultato è negativo. Dopo cinque giorni fanno l’altro test. Per i docenti che hanno svolto attività in presenza nella classe dell’alunno positivo le cose sono diverse. Se sono vaccinati fanno il test e restano a scuola, se non lo sono vanno in quarantena per 10 giorni anche se il test è negativo. Rientrano solo se il nuovo tampone è ancora negativo.

Protocollo Covid per la scuola, quarantena con 3 positivi: dai due casi in su

Gli alunni vaccinati o negativizzati negli ultimi 6 mesi continuano la sorveglianza con i due test, a zero e cinque giorni. Quelli non vaccinati vanno in quarantena 10 giorni anche se negativi. Alle elementari e in prima media, dove non sono vaccinati, stanno tutti a casa 10 giorni. Se i casi sono più di tre, alunni e docenti vanno in quarantena anche se il tampone è negativo. L’isolamento dura 7 giorni per i vaccinati e 10 per i non vaccinati.

Per quanto riguarda le scuole dell’infanzia, dopo il tampone ci saranno 10 giorni di quarantena. Al decimo giorno devono rifare il test. Se ad essere positivo è gli insegnanti, i colleghi restano a lavorare se sono vaccinati e hanno un tampone negativi. Se tra gli insegnanti c’è un secondo caso scatta la quarantena per tutti. Il personale scolastico dovrà effettuare la terza dose di vaccino.

Scritto da Chiara Nava
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Aumenti farina, pane e pasta: Federconsumatori lancia l’allarme

Omicidio-suicidio a Torino, uccide la moglie e chiama i Carabinieri

Leggi anche
Contents.media