Pediatri Usa: “Ragazze, se guardate sesso in tv, rimanete incinte”

Guardare scene di sesso in televisione induce le ragazze alla gravidanza?

L'associazione dei pediatri statunitensi è giunta a questa conclusione dopo aver esaminato l'evoluzione dei comportamenti di vari gruppi di adolescenti nel corso di vari anni.

L'influenza dei media sul nostro cervello e sulle nostre azioni quotidiane è da un secolo oggetto di studio di sociologi e scienziati : dall'inizio del '900, in cui affermano che i messaggi dei mezzi di comunicazione di massa penetrano nelle menti degli utenti come proiettili ed hanno effetti istantanei a cui gli inerti spettatori non possono opporre resistenza (Teoria ipodermica , o "teoria del proiettile magico"), ai decenni successivi, in cui limitano l'onnipotenza dei media ed assegnano un ruolo più attivo alle persone ed alla società.

Ed oggi?

Ecco il punto di vista di Kristen Fyfe, ricercatrice cattolica e redattrice del Culture and Media Institute che ha valutato gli studi dei pediatri americani su sesso in tv e violenza nei videogiochi.

A proposito del metodo di indagine, spiega:

I rapporti sono significativi per molte ragioni, soprattutto perché sono longitudinali; in altre parole, gli stessi gruppi di ragazzi sono stati studiati durante un periodo di vari anni.

Molti studi, ugualmente validi, non misurano i risultati nel tempo, essendo più che altro una specie di "flash". Questi studi, al contrario, si articolano sulla crescita, la maturazione e lo sviluppo dei ragazzi studiati. Per quanto riguarda la gravidanza adolescenziale, inoltre, questo è uno dei primi studi che propongono un rapporto tra i contenuti sessuali che si vedono – incluso il contenuto insinuato/poco esplicito – e la gravidanza adolescenziale. Dall'altro lato, questi studi analizzano ragazze e ragazzi, perché le ragazze rimangono incinte, ma i ragazzi contribuiscono a far sì che questo avvenga.

E conclude:

I genitori devono sapere che il tipo e la quantità dei mezzi di comunicazione consumati dai loro figli hanno un impatto negativo reale. C'è un nuovo rapporto, una meta-analisi – uno studio di studi – sull'influenza dei media in cui si mostra che c'è una forte correlazione tra una maggiore esposizione ai media e i risultati negativi per la salute – inclusi cambiamenti nel modo in cui sviluppa il cervello, obesità, aumento dell'aggressività, aumento dell'attività sessuale, consumo di droghe e alcool o scarsi risultati scolastici.
Leggi l'intervista completa su Zenit

Scritto da Style24.it Unit
Categorie TV
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Valeria GraciValeria Graci: chi è, vita privata, lavoro e amore

    Valeria Graci è una comica che ha esordito insieme a Katia Follesa a Zelig, un divertentissimo duo che dopo molti anni ha deciso di dirsi addio. 


  • Gianluca GazzoliGianluca Gazzoli, chi è: vita privata e carriera

    Gianluca Gazzoli è un giovane conduttore radiofonico, che lavora per Radio Deejay.

  • Reazione a catenaI Monelli di Reazione a Catena: chi sono e da dove vengono

    I Monelli di Reazione a Catena vincono quattro volte e arrivano a una somma elevatissima: scopriamo chi sono e da dove provengono

  • Vacanze ai CaraibiVacanze ai Caraibi: trama e cast

    Vacanze ai Caraibi è una pellicola italiana diretta da Neri Parenti, con Christian De Sica e Massimo Ghini.

Contents.media