Milano, coppia di carabinieri no vax positiva al Covid: marito morto a 59 anni

A Milano, una coppia di carabinieri no vax è risultata positiva al Covid e ha contagiato anche la figlia di 9 anni: il marito è morto a causa del virus.

Una famiglia di no vax composta da marito, moglie e una figlia di 9 anni sono stati contagiati dal coronavirus. Dopo aver contratto il virus, mentre la donna e la bambina hanno manifestato l’infezione in modo lieve, l’uomo è deceduto a causa della gravità del suo quadro clinico.

Milano, coppia di carabinieri no vax positiva al Covid: sintomi

A Milano, una coppia di coniugi, entrambi carabinieri, è stata infettata dal SARS-CoV-2, trasmettendo il virus anche alla figlia di 9 anni.

Dopo aver appreso di essere risultati positivi al Covid, la donna e la bambina hanno sin dal primo momento mostrato di aver contratto il virus con sintomatologia lieve mentre le condizioni dell’uomo, luogotenente dei carabinieri in forza al Nucleo sicurezza di Milano, sono presto apparse più complesse.

Milano, coppia di carabinieri no vax positiva al Covid: marito morto a 59 anni

Il luogotenente dei carabinieri, infatti, è deceduto all’età di 59 anni a causa delle complicanze mediche insorte in seguito al manifestarsi della malattia, dopo aver trascorso una settimana in ospedale. La prematura scomparsa dell’uomo, identificato come Marco Mazzone, è avvenuta per un rapido aggravarsi del suo quadro clinico: il 59enne, quindi, è morto per complicazioni respiratorie al Fatebenefratelli.

Sia il luogotenente dei carabinieri in forza al Nucleo sicurezza di Milano che la moglie, sempre impiegata presso l’Arma dei Carabinieri in qualità di medico del comando interregionale Pastrengo, avevano deciso di non vaccinarsi contro il SARS-CoV-2, esibendo ferree convinzioni no vax.

Milano, coppia di carabinieri no vax positiva al Covid: la decisione di rifiutare il vaccino

A quanto si apprende, il 59enne Marco Mazzone – originario di Cuneo – e la moglie avevano entrambi studiato medicina prima di entrare nell’Arma dei Carabinieri. La coppia, in considerazione della loro appartenenza alle forze dell’ordine, ha avuto la possibilità di far parte di una delle prime categorie alle quali è stato indirizzato il vaccino anti-Covid. Ciononostante, i coniugi, convinti no vax, hanno rifiutato di aderire alla campagna di vaccinazione promossa dal Governo italiano.

Scritto da Ilaria Minucci
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Morto di tumore il primario di oncologia dell’ospedale di Pollena

Liguria, Toti sotto scorta: nuove minacce rivolte al governatore

Leggi anche
Contents.media