Massimo Ferrero, chi è? Patrimonio e vita privata dell’imprenditore

Una vita ricca di alti bassi, di successi ma anche di difficoltà affrontate con il carattere che lo contraddistingue: ecco chi è Massimo Ferrero

Conosciuto sia nel mondo dello sport, sia nel mondo dell’imprenditoria e del cinema, Massimo Ferrero è l’ex Presidente della Sampdoria ed è conosciuto anche per la sua personalità irriverente.

Scopriamo insieme qualcosa in più su di lui, tra vita privata e carriera professionale.

La vita e la carriera di Massimo Ferrero

Nato a Roma il 5 agosto 1951 sotto il segno del Leone, Massimo Ferrero ha attualmente 71 anni. Figlio di un conducente di autobus e di una venditrice ambulante, Ferrero non è mai stato incline allo studio, tant’è che da ragazzino spesso fuggiva di nascosto a Cinecittà con Giuliano Gemma, iniziando già a dare dimostrazione della sua irriverenza.

La sua carriera nel mondo dello spettacolo ha inizio quando raggiunge la maggiore età e ricopre i più svariati ruoli, fino a quando non gli viene dato l’incarico di direttore di produzione (dal 1974 al 1983) in pellicole come A mezzanotte va la ronda del piacere e tanti altri.

Dopo tale esperienza diventa anche organizzatore generale prima e produttore esecutivo dopo, lavorando con alcune delle personalità più note del mondo del cinema italiano (il film Ultrà di Ricky Tognazzi ne è un esempio).

Massimo Ferrero decide poi di mettersi in proprio fondando la Blu Cinematografica, una casa di produzione indipendente che, però, lo porta più a spendere che a guadagnare.

L’anno della svolta arriva per Ferrero nel 2009, quando si ritrova con una grandissima fotuna tra le mani.

La Ferrero Cinemas diventa una delle realtà più importanti in Italia in grado di garantire a Ferrero una assai solida stabilità economica. Proprio grazie a questa, infatti, decide di intraprendere una nuova strada, buttandosi così a capofitto nel mondo del calcio.

Nel 2014 Massimo Ferrero diventa presidente della Sampdoria, mostrando ancora una volta il suo carattere spesso sfrontato e decisamente originale e portando la squadra a ottimi risultati. Nel dicembre 2021 Ferrero viene arrestato per reati societari e bancarotta; l’episodio, staccato in realtà dalla squadra, lo porta spontaneamente a dimettersi dal ruolo fino a quel momento ricoperto. Pur essendosi dimesso dal ruolo di presidente del club, Massimo Ferrero ne è rimasto comunque il proprietario. Dopo di lui c’è stato l’arrivo dell’ex calciatore Marco Lanna.

La vita di Massimo Ferrero è stata caratterizzata da numerosi alti e bassi e da situazioni spesso anche scomode. Tuttavia, ciò non toglie che l’impero che è riuscito a costruire sia enorme. A proposito di ciò, infatti, si pensa che il patrimonio dell’imprenditore possa arrivare a circa un milione di euro all’anno circa, a cui però vanno aggiunti tutti gli introiti delle sue aziende (circa 10 milioni di euro ogni anno): cifre da capogiro. A causa dei vari episodi giudiziari che l’hanno coinvolti, nel 2018 a Ferrero sono stati sequestrati i beni per un valore complessivo di circa 2.6 milioni di euro.

Il 23 novembre 2022 Massimo Ferrero è ospite all’ultima puntata di Belve, il programma condotto da Francesca Fagnani. Viperetta (questo è il soprannome dell’imprenditore nel corso dell’intervista) si è visto protagonista di un’intervista abbastanza “agitata” in cui, per l’ennesima volta, ha mostrato di avere un carattere spesso non facile da gestire.

La vita privata di Massimo Ferrero

La compagna di Massimo Ferrero è Manuela Ramunni, dalla quale ha avuto due figli, Rocco Contento (2013) e Oscar (2016). Prima di lei, però, Massimo Ferrero aveva sposato Laura Sini, ereditiera dell’azienda I Buonatavola Sini di Napoli. Dal matrimonio con la donna nacque una figlia, di nome Emma. Ancora prima di Laura, Ferrero aveva sposato un’altra donna e da quel matrimonio sono nate due figlie: Vanessa e Michela.

Non solo: Massimo Ferrero ha anche adottato due figli maschi.

Scritto da Marta Mancosu
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com