Notizie.it logo

Diana Del Bufalo e Paolo Ruffini, rottura: “Mai accettato poliamore”

diana del bufalo

Diana Del Bufalo ha confessato i motivi che l'hanno spinta a lasciare Paolo Ruffini.

Diana Del Bufalo e Paolo Ruffini non sono più una coppia da un po’. L’attrice, attraverso il suo profilo Instagram, ha comunicato la rottura e poi è scesa in un silenzio tombale. Il conduttore de La Pupa e il Secchione e viceversa, senza entrare nel dettaglio, ha chiesto scusa alla sua ex nel corso di un’intervista a Verissimo. Ad oggi, a parlare è Diana che ha finalmente confessato i motivi della rottura.

Diana Del Bufalo e Paolo Ruffini: rottura

La storia d’amore tra Diana Del Bufalo e Paolo Ruffini è finita da un po’, ma nessuno dei due ha mai voluto spiegare meglio i motivi che li hanno portati alla rottura. L’attrice, per comunicare ai fan la fine della sua relazione, ha scritto: “Con il rischio di sembrare patetica, comunico questa cosa perché non ce la faccio più: io e Paolo non stiamo più insieme già da un mese e mezzo.

Cercherò di moderare la rabbia e il risentimento che sto provando in questo momento. Ho tentato con lui…. tanto. (…) Le persone non cambiano e non SI cambiano. La grande delusione e l’immensa sofferenza che mi faceva piangere sul pavimento di camera mia, mi ha resa donna… per questo, lo ringrazio. A 29 anni posso dire di essere una donna cosciente, buona, completa e che sa quello che vuole! È poco? Non direi proprio! Donne, lo sapete di avere il sesto senso… ascoltatelo”. Da questo suo piccolo sfogo, tutti i fan avevano colto una profonda amarezza. Qualche giorno dopo, Vanja Stone ha confessato di essere stata l’amante di Ruffini. Diana non ha replicato alla cosa, ma finalmente ha rilasciato un’intervista in cui ha spiegato meglio i motivi che l’hanno spinta a mollare Paolo.

Intervistata dal settimanale Oggi ha ammesso: “Mi sono chiusa in camera per quattro giorni, con le tende tirate. Mamma mi portava da mangiare perché io non volevo inghiottire manco una briciola. (…) La svolta c’è stata quando mia zia m’ha fatto la parmigiana di melanzane: l’ho divorata e ho capito che stavo guarendo… Mi sono vestita, mi sono truccata e so’ uscita. Mi sono detta: ‘So’ bella, ora mi diverto e vaf**nculo‘”. Insomma, dopo tanta sofferenza, Diana ha deciso di prendere la rottura con ‘filosofia’.

La telefonata di Paolo

La Del Bufalo ha poi confessato che Ruffini l’ha chiamata per chiederle scusa. Ha dichiarato: “Ci siamo sentiti al telefono, le scuse le accetto. Quel che non accetto sono i commenti di chi dice: ‘Quando finisce un amore si sbaglia sempre in due’.

A volte non è così. A volte sbaglia uno solo, cioè lui, Paolo. Io non ho mai sbagliato nella nostra storia”. Diana è consapevole di aver fatto il possibile per salvare la sua relazione, ma quando una storia d’amore a due diventa un “poliamore” bisogna fare i conti con la realtà. L’attrice non aveva nessuna intenzione di condividere il suo uomo con altre donne e ha messo fine alla love story. Non a caso, la Del Bufalo ha aggiunto: “Gli ho detto: ‘Ti chiedo scusa se ti ho fatto credere che fossi d’accordo con questa cosa del poliamore‘. Sono lontanissima da questa concezione dei rapporti sentimentali”. Diana, prima di chiudere la telefonata con Ruffini, gli ha fatto capire la sua posizione. Negli ultimi giorni, il gossip la vede felice accanto a Cristiano Caccamo, ma lei ci ha tenuto a sottolineare che si tratta di semplice amicizia.

Ha concluso: “È il mio migliore amico, e preciso che non è gay, anzi… Ci vogliamo bene, ma non ci siamo mai scambiati neppure un bacio”. Quanti si aspettavano che il simpatico Paolo fosse un fan sfegatato del poliamore?

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
Leggi anche