Carla Bruni a Che tempo che fa: nel salotto buono della sinistra tv si celebra l’antifemminismo

Annunciato da tutti i media come una specie di evento, Carla Bruni è stata finalmente intervistata nella trasmissione di punta di Rai Tre , Che tempo che fa . Ma più che intervistata sarebbe meglio dire celebrata, osannata, incensata. Certo, Fabio Fazio appare quasi per natura portato all'ossequio dell'ospite, e a volte la sua affabilità sconfina pericolosamente nell'adulazione acritica, anche perché ha la tendenza a presentare chiunque si sieda nel suo studio come la persona più importante del mondo.

D'accordo che Carla Bruni è la moglie del presidente francese, non è una concorrente della Talpa o una velina, ma tutto questa attenzione e ammirazione nei confronti della sua figura, che intendiamoci non è solo di Fazio ma di tutto il circo mediatico in generale, lascia un po' perplessi. Soprattutto se proviene da sinistra, diciamo così.

Riassumendo: Carla Bruni è diventata famosa come top model, ovvero passeggiando sulle passerelle di mezzo mondo con addosso abiti firmati e per questo intascando milioni di dollari.

Poi, quando ha cominciato ad avere qualche anno di troppo per il mondo della moda, ha cominciato a scrivere canzoncine, vendute più per la sua notorietà da indossatrice che per talento artistico. Infine ha sposato il presidente francese, Nicolas Sarkozy , ed è tornata alla ribalta mondiale.

Mi sbaglierò, ma un tempo un certo tipo di televisione una tipa così, che ha fatto i miliardi sculettando in passerella e poi si è conquistata potere e visibilità sposando uno degli uomini più influenti del mondo, e che si atteggia pure a raffinata intellettuale di sinistra, l'avrebbe più presa in giro che santificata.

Del resto quest'attenzione spasmodica per le cosiddette first lady, ovvero donne che non hanno altro merito tangibile se non quello di essersi sposate un uomo di potere, sembra l'ennesima prova di quanto il femminismo sia passato di moda.

Pare che la Bruni da giovane avesse dichiarato che si sentiva attratta solo da uomini ricchi e potenti. Non c'è male per una che si definiva (si definisce?) di sinistra. Chissà se Fabio Fazio lo sa.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media