Chi era Sandro Penna: vita del poeta italiano

Sandro Penna ha lasciato un'eredità letteraria importante nel XX secolo, collaborando con i nomi più importanti della letteratura.

Sandro Penna rientra tra i cosiddetti poeti della “linea antinovecentesca”, nome scelto da Pasolini per presentare una produzione letteraria degli anni trenta, in clima ermetico.

Chi era Sandro Penna

Sandro Penna (Perugia, 12 giugno 1906 – Roma, 21 gennaio 1977) è stato un poeta italiano.

Cresce in una famiglia borghese passando un’infanzia non sempre delle migliori per via delle sue allergie e frequenti bronchiti. Nonostante i problemi di salute e la separazione dei genitori si diploma e trova la sua passione: la letteratura. Tra i suoi autori preferiti Leopardi, i francesi Rimbaud e Baudelaire e il noto Oscar Wilde.

chi era sandro penna

Intorno ai vent anni scopre la poesia e decide di sperimentarsi attraverso questa modalità d’espressione. Entra anche in contatto con molti esponenti del settore come Umberto Saba e gli artisti fiorentini del “Caffè Le Giubbe Rosse”.

I primi anni della carriera

Si trasferisce a Roma e qui conosce altri poeti tra cui Carlo Emilio Gadda ed Enrico Falqui. Nel giro di poco tempo si trasferisce a Milano, qui lavora come correttore di bozze per Bompiani e inizia a pubblicare i primi versi.

Tra questi sono noti “Corrente”, “Letteratura”, “Il Frontespizio” e altri raccolti successivamente.

chi era sandro penna

Oltre alla poesia si dedica anche alla prosa pubblicando diversi libri. Tra i più noti si ricordano “Appunti” e “Arrivo al mare”, ma soprattutto “Una strana gioia di vivere” e “Poesie” che oltre a raccogliere i consensi di intellettuali tra cui Pasolini, gli fanno vincere il Premio Viareggio. Molti colleghi, tra cui Giorgio Caproni, sostengono il suo lavoro attraverso recensioni positive.

I numerosi premi letterari

Dopo il Premio Viareggio seguono diversi riconoscimenti importanti. Nel 1958 pubblica “Croce e delizia” e diversi anni dopo “Tutte le poesie” con cui vince il Premio Fiuggi. I riconoscimenti non gli consentono comunque alcuna stabilità economica, e con la morte della madre torna a vivere nella sua casa.

chi era sandro penna

Inoltre la vecchiaia gli porta numerosi problemi fisici, tra cui la perdita dei denti che lo porta a dormire poco e uscire ancora meno. Non abbandona l’attività letteraria che continua ad essere premiata fino a pochi giorni prima della morte. Nel 1977 vince il “Premio Bagutta” per il suo ultimo volume, “Stranezze”.

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi era George Orwell: l’autore dei mondi distopici

Carolyn Smith, non c’è segno del tumore: “Ma non se n’è andato”

Leggi anche
  • andrea fumagalli chi èChi è Andrea “Andy” Fumagalli: tutto sul co-fondatore dei Bluvertigo

    Dai Bluvertigo ad una carriera da solista condita da diverse esperienze artistiche. Ecco chi è Andrea “Andy” Fumagalli, all’Ariston con Giusy Ferreri.

  • cosmo chi èChi è Cosmo: carriera e curiosità sul cantante

    Dalla cattedra di italiano e storia al palcoscenico. Ecco chi è Cosmo e cosa sappiamo sul cantante di Ivrea a Sanremo con La Rappresentante di Lista.

  • ginevra chi èChi è Ginevra: tutto quello che sappiamo sulla giovane cantante torinese

    La sua carriera è appena agli inizi, ma promette già molto bene. Scopriamo di più su Ginevra, un giovane talento musicale da non lasciarsi scappare!

  • mousse t chi èChi è Mousse T: tutto sul dj tedesco

    A dirigere l’orchestra per Gianni Morandi a Sanremo 2022 sarà Mousse T. Il dj che nel 2004 ha collaborato al successo di Zucchero “Il grande Baboomba”.

Contents.media