Notizie.it logo

Perché comprare un’affettatrice e come sceglierla

affettati

L'affettatrice può essere più utile di quanto sembri, ci solleva dall'acquisto quotidiano di salumi e si può utilizzare per formaggi e verdure.


Comprare salumi affettati freschi quotidianamente potrebbe rappresentare un’opzione poco pratica o quantomeno scomoda. Un’alternativa possibile è quella di acquistare un’affettatrice da tenere a casa per all’occorrenza procedere alla riduzione in fette dei salumi di vario tipo acquistati in formato intero. Utilizzare questa tipologia di opzione vi permetterà di ottenere dei vantaggi di non poco conto. Quali sono i vantaggi principali dettati dall’utilizzare un’affettatrice di salumi a casa? Come si deve procedere nella scelta della stessa?

Tutti i vantaggi dell’affettatrice casalinga

Oltre al vantaggio di avere a disposizione, in qualsiasi momento, affettati freschi e pronti al consumo, si aggiunge anche un vantaggio non di poco conto di carattere economico. C’è da considerare, infatti, che l’acquisto di salumi in formato intero può comportare sul lungo periodo un certo risparmio sul piano dei conti relativi alla spesa. C’è da considerare anche un’altra cosa: molte affettatrici permettono di procedere alla riduzione in fette non soltanto di salumi ma anche di formaggi oltre che di altre tipologie di prodotti alimentari, come ad esempio verdure per preparare magari delle specifiche ricette. La scelta di utilizzare un’affettatrice di tipo casalingo potrebbe risultare particolarmente vantaggiosa e comoda per famiglie più o meno numerose. Si tratta comunque di una scelta non disprezzabile anche per nuclei ridotti o per single che amino avere a portata di mano questi prodotti.

Cosa valutare prima di acquistare un affettatrice?

La prima cosa da prendere in considerazione è il tipo di uso che si vuole fare di questo attrezzo. Ovviamente, non trattandosi di un uso di carattere professionale, ma piuttosto di un uso di carattere casalingo, avrà una rilevanza relativa la potenza del motore dell’affettatrice. Tuttavia, la potenza influenza anche la qualità del taglio. Soprattutto per alcuni prodotti dalla consistenza particolare, come ad esempio la carne fresca. Tuttavia tenete in considerazione il fatto che maggiore sarà la potenza del motore, più lieviterà il costo di acquisto dell’affettatrice. Poi sarà opportuno valutare la possibilità di acquistare un’affettatrice a mano oppure un’affettatrice elettrica. Nel primo caso si potrà usufruire del vantaggio del risparmio sull’energia elettrica necessaria per utilizzare la seconda. Ma lo svantaggio principale è rappresentato dal fatto che per utilizzare un’affettatrice di tipo manuale sarà necessaria una certa esperienza per ottenere un taglio ottimale. Attenzione va prestata anche allo spessore della lama che influenza notevolmente il tipo di risultato che volete ottenere. Il consiglio è sempre quello di farvi suggerire la situazione migliore per il vostro caso concreto da persone più esperte.

I migliori modelli di affettatrice presenti sul mercato

Un’affettatrice che presenta un ottimo rapporto qualità-prezzo è Ritter E16. La più economica invece è RGV Ausonia 190. Vi consigliamo comunque di non effettuare esclusivamente una valutazione di carattere economico, per non rischiare di pentirvi in un momento successivo delle caratteristiche tecniche dell’affettatrice scelta. Vi consigliamo anche di puntare su marchi rinomati. E proprio in quest’ottica vi possiamo suggerire un modello di affettatrice della Bosch, il modello MAS6151R.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche