Patrizia Mirigliani denuncia il figlio: “L’ho fatto per salvarlo”

Patrizia Mirigliani ha cacciato di casa e denunciato suo figlio Nicola. Per quale motivo ha preso questa difficile decisione?

Patrizia Mirigliani ha preso una decisione drastica nei confronti del figlio Nicola: l’ha cacciato di casa e denunciato alle forze dell’ordine. È stato proprio il ragazzo ad allertare la stampa e a rendere pubblica la vicenda. La patron di Miss Italia, intervistata da TPI, ha raccontato i motivi che l’hanno portata ad una scelta tanto dolorosa.

Patrizia Mirigliani denuncia il figlio

Patrizia Mirigliani è mamma di Nicola, che ha 31 anni, e ha vissuto una vita intera al fianco dei giovani. Come patron di Miss Italia, la donna ha trascorso anni e anni tra i ragazzi e non avrebbe mai immaginato che la vita le riservasse una vicenda dolorosa come quella che sta attraversando. Patrizia si è vista costretta a cacciare di casa suo figlio e a denunciarlo alle forze dell’ordine.

La storia è venuta alla luce perché proprio Nicola ha voluto allertare i giornali. La Mirigliani, intervistata da Selvaggia Lucarelli per TPI, ha dichiarato: “Ho denunciato mio figlio per salvarlo, è il più grande dolore della mia vita ma non avevo scelta”. La donna ha spiegato che attualmente Nicola indossa un braccialetto elettronico ed è sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento. Ha proseguito: “Sono dodici anni della mia vita che combatto, Nicola soffre di dipendenze, l’ho portato in sette comunità.

Se sono arrivata al punto di denunciare mio figlio, è perché sono distrutta”. Il trentunenne è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia, estorsione e tentata estorsione.

Il dolore di Patrizia

Patrizia ha spiegato di aver portato Nicola in ben 7 comunità di recupero, ma che lui è sempre fuggito.

La Mirigliani ha raccontato: “Lui vuole che io lo mantenga a vita con i suoi vizi ma non lo accetto più, mio figlio deve stare bene e costruirsi un futuro. Questo magistrato ha capito la situazione insostenibile e ha attivato il codice rosso. A me è dispiaciuto del braccialetto elettronico, ma erano pressioni continue con urla e richieste di soldi, sono dodici anni che Nicola mi ruba a casa. Io e il padre siamo disperati, è la battaglia più devastante che abbia mai fatto”. La patron di Miss Italia ha sottolineato che lei non avrebbe mai voluto che questa vicenda diventasse di pubblico dominio e si augura che “nessuno di un certa tv si nutra di questo gossip”. Nicola, dal canto suo, ha una versione diversa rispetto a quella della madre e anche lui ha intenzione di procedere per vie legali. Il ragazzo ha raccontato: “Mia madre mi ha cacciato di casa, dicendo di farmi la mia vita. Ma lei non lo può fare, per legge mi deve mantenere fino ai 34 anni, non può lasciarmi così e io le farò una denuncia civile. Ora lei mi ha fatto tre denunce e ha chiesto a tutti quelli che mi conoscono di non aiutarmi. Io non nascondo i miei problemi con la droga, sono cominciati a 18 anni, adesso ne ho 31, in passato ho fatto qualche furtarello a casa, ma sono un bravo ragazzo e ora sono pulito. Venerdì sarò sentito dal giudice, spero mi toglieranno questo braccialetto. Mia madre ha fatto la cosa più brutta che si può fare a un figlio e voglio renderla pubblica, è imperdonabile. Per il momento non abbiamo altre informazioni. Speriamo solo che Nicola decida di farsi curare.

Scritto da Fabrizia Volponi
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il portamento perfetto per essere sempre sensuale: consigli

Tendenze moda primavera estate 2020: i colori pastello

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.