Chi è Najla Bouden Romdhane, la prima donna alla guida della Tunisia

In Tunisia, dopo più di due mesi senza Primo Ministro, viene nominata Najla Bouden Romdhane, prima donna alla guida del Paese.

Il 30 settembre 2021 è una data storica per la Tunisia: per la prima volta, nel Paese e in tutto il mondo arabo, una donna ricopre l’incarico di premier. Lei è Najla Bouden Romdhane, professoressa di geologia che ha già ricoperto incarichi governativi, in patria e all’estero.

Chi è Najla Bouden Romdhane

Classe 1958, la nuova premier è nata a Qayrawan, capitale dello Stato omonimo, sede della più antica moschea del Maghreb e sito Unesco. Ingegnere di formazione, Najla Bouden Romdhane ha un ampio curriculum sia in Tunisia sia in ambito internazionale. Oltre a essere docente di scienze geologiche alla Scuola nazionale di ingegneri di Tunisi nel suo paese, infatti, ricopre molti ruoli nelle istituzioni mondiali.

Dal 2006 al 2016 è stata la principale consigliera di sette ministri dell’Istruzione superiore e della ricerca scientifica.

Ed è stata lei ad aver istituito il primo Programma di sostegno alla qualità (PAQ) a sostegno dei progetti che vertono sulla garanzia di qualità, il buon governo, l’innovazione e l’imprenditoria. È co-presidente del gruppo consultivo mondiale sulla scienza e la tecnologia dell’Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione dei rischi di catastrofi (UNDRR).

Inoltre è responsabile dell’attuazione del programma della Banca mondiale presso il ministero dell’Istruzione superiore e della ricerca scientifica e ha partecipato a diversi gruppi di lavoro e programmi nella regione medio oriente – nord Africa.

La nomina a premier

Nella repubblica semi-presidenziale tunisina, Najla Bouden Romdhane diventa capo del governo dopo due mesi di potere vacante alla Kasbah. Lo scorso 25 luglio, infatti, Kais Saied, il Presidente della Repubblica, aveva sollevato dal suo incarico l’allora Primo Ministro Hichem Mechichi dopo le proteste e i disordini in piazza contro il governo. Adesso è stata chiamata a ricostruire il governo tunisino, al centro di mille contraddizioni e tensioni interne.

najla bouden romdhane chi è

Le sfide per Najla Bouden Romdhane

Najla Bouden Romdhane sarà l’undicesimo capo del governo dalla rivoluzione del 2011 e il suo difficile compito sarà quello di formare un nuovo governo, nel minor tempo possibile, in un momento di grave difficoltà politica nazionale per il Paese.

Sono onorata di essere la prima donna a occupare la posizione di primo ministro in Tunisia, lavorerò per un formare un governo coerente che affronti le difficoltà economiche del Paese, combatta la corruzione e risponda alle richieste dei tunisini.

Adesso Najla Bouden Romdhane avrà l’onore e l’onere di restituire una credibilità al governo di Tunisi davanti agli occhi dei cittadini. Il paese si trova in mezzo ad una grave crisi economica, e i recenti avvenimenti hanno messo in dubbio la corretta funzionalità della democrazia. Buona parte dell’opinione pubblica, infatti, aveva etichettato come “colpo di Stato” la decisione unilaterale di sciogliere il Parlamento e sollevare l’ormai ex premier.

LEGGI ANCHE: La classifica di Forbes: le più importanti donne over 50

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi era Rudolf Diesel: vita dell’ingegnere tedesco

Elodie e Marracash si sono lasciati: “Il suo cuore sanguina”

Leggi anche
Contents.media