Chi era Marie Tussaud: tutto sulla scultrice francese

Marie Tussaud e il percorso nel mondo della scultura fino all'apertura del museo delle cere.

Marie Tussaud è conosciuta per aver realizzato sculture di cera di personaggi illustri fondando poi il noto museo che porta il suo nome. Scopriamo la sua storia e il suo esordio in questo ambiente. 

Chi era Marie Tussaud

Marie Tussaud (Strasburgo, 1º dicembre 1761 – Londra, 15 aprile 1850), è stata una scultrice francese.

Nasce in realtà con il nome di Anna Maria Grosholtz dal padre Joseph, morto durante la Guerra dei sette anni, e dalla madre Anne Made con cui si trasferisce a Berna da piccolissima. 

La madre trova lavoro come governante nella casa di Philippe Curtius, un medico che trasmette a Marie una passione particolare. Per le sue lezioni di anatomia si trova infatti spesso a dover modellare parti del corpo realizzate in cera decidendo nel corso degli anni di trasferirsi a Parigi e aprire un laboatorio specializzato in questo. 

Chi era Marie Tussaud

Marie Tussaud e l’esordio nel mondo della scultura

Marie e la madre seguono quindi il medico nella capitale francese. Curtius inizia a presentare i suoi primi lavori ottenendo grandissimo successo e la giovane ragazza decide di imparare da lui l’arte della scultura. Così iniziano a modellare insieme la cera realizzando la prima statua di Jean-Jacques Rousseau. Tussaud scopre di avere un talento naturale nella realizzazione di statue e così prosegue con la creazione di modelli di altri personaggi famosi. 

Con lo scoppio della rivoluzione francese è costretta a interrompere il suo lavoro per dedicarsi alla causa.

Incontra in questi anni numerosi personaggi noti tra cui Napoleone Bonaparte o Robespierre creando contemporaneamente rapporti con la corte del re. Per questo motivo viene arrestata dai rivoluzionari e, poco prima dell’esecuzione viene chiamata a realizzare maschere dei cera dei condannati a morte. 

Chi era Marie Tussaud

Marie Tussaud e la nascita del museo delle cere

La sua vita prosegue poi con alti e bassi, finchè sposa l’ingegnere Francois Tussaud con cui si trasferisce a Londra. Alla sua morte i nipoti iniziano a curare la collezione di opere da lei realizzate aggiungendo numerosi personaggi famosi e proseguendo quindi il suo lavoro con la cera.

Ad oggi il “Madame Tussaud” contiene statue di personaggi che hanno fatto la storia, come Elisabetta II o George Bush, fino agli esponenti pop più celebri. Si pensi per esempio che Lady Gada è raffigurata 21 volte nei veri musei aperti nel resto del mondo con lo stesso principio dell’originale. 

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

La rappresentazione della vita quotidiana nei prodotti audiovisivi odierni

Chiara Nasti guarita dal Covid: “L’ho nascosto perché mi avrebbero gufato”

Leggi anche
Contents.media