Chi era Lucille Ball, vita e biografia dell’attrice di “Lucy ed io”

Cosa sappiamo su Lucy Ball: tutto sull'attrice e produttrice americana divenuta famosa accanto a Desi Arnaz nella celebre sitcom "Lucy ed io".

Dal 21 dicembre 2021 “Being the Ricardos” sarà disponibile in esclusiva su Amazon Prime Video. Ha per protagonisti due premi Oscar: l’attrice di origini australiane Nicole Kidman e Javier Bardem e vuole rappresentare un estratto della vita quotidiana della coppia attori Lucille Ball e Desi Arnaz, ideatori e a loro volta protagonisti dell’amatissima sitcom statunitense “Lucy ed io”, trasmessa agli inizi degli anni ’50.

Ma chi era Lucille Ball? Scopriamolo insieme.

Chi era Lucille Ball

Nata il 6 agosto del 1911 sotto il segno del Leone, a New York, Lucille Ball ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo posando prima come modella e poi, appena diciottenne, come attrice senza mai però avere l’occasione di interpretare ruoli di particolare rilievo. Almeno fino all’incontro con il direttore d’orchestra di origini cubane Desi Arnaz, con cui si sposa nel 1940.

Con la sitcom “Lucy ed io” (titolo originale “I love Lucy”), la coppia ha una fortunata intuizione che li consacra al successo.

Dal 1951 al 1957 quindi la coppia è coppia anche sul piccolo schermo e la Ball, che della serie è anche ideatrice e produttrice, ha finalmente l’occasione di mettere in mostra le proprie doti di attrice comica nel ruolo di un’amorevole madre di famiglia che finisce sempre in qualche guaio.

Lucille Ball chi era

Gli anni del successo cinematografico

Negli stessi anni, Lucille Ball si riscopre anche nei ruoli di attrice del cinema e imprenditrice. Oltre all’attività televisiva infatti, Lucille fonda insieme al marito la casa di produzione “Desilu” e rileva gli studi della RKO dove in seguito sarebbero state registrate alcune produzioni televisive tra cui la prima serie di Star Trek. Serie il cui pilot originale, nel 1965, viene rifiutato dalla NBC perché giudicato “troppo cerebrale”, ma Lucille Ball riesce nel suo intento di convincere l’azienda radiotelevisiva statunitense a dare un’altra possibilità al produttore Gene Roddenberry.

Il pilot che viene proposto in seguito, intitolato con un’estratto del celebre discorso “Where No Man Has Gone Before” viene finalmente accettato e Star Trek, rendendo di fatto Lucille Ball “madrina” della serie.

Lucille Ball chi era

Il ritiro dalle scene

Come dicevamo, il successo di “Lucy ed io” ha permesso a Lucille Ball di brillare anche al cinema. Nel 1954 è infatti apparsa accanto allo stesso Desi Arnaz nella commedia “Dodici metri d’amore”, diretta da Vincente Minnelli. Nei primi anni ’60 ha recitato in due film con il comico Bob Hope, mentre nel 1968 ha preso parte alla commedia familiare “Appuntamento sotto il letto” insieme a Henry Fonda.

L’ultima apparizione di Lucille Ball sul grande schermo è per il ruolo da protagonista nella trasposizione cinematografica di “Mame”, musical del 1974. La sua interpretazione non convince pubblico e critica: un insuccesso che spinge l’attrice ad abbandonare il cinema. Nel 1986 ritorna ad essere interprete della sitcom “Life With Lucy”, senza però riscuotere il successo sperato. La serie infatti, venne interrotta dopo sole otto puntate.

Lucille Ball chi era

Secondo matrimonio e morte

Il matrimonio di Lucille Ball e Desi Arnaz, da cui sono nati due figli, termina nel 1960 e nel 1961 l’attrice si risposa con il comico e cabarettista Gary Morton. Lucille Ball morì nel 1989 a causa di aneurisma all’aorta probabilmente dovuto al complicarsi dell’artrite reumatoide di cui soffriva da diversi anni.

Qualche mese dopo la morte dell’attrice, il presidente degli Stati Uniti George Bush le concede la medaglia presidenziale della libertà, massima decorazione che viene conferita a chi ha dato un contributo significativo al Paese.

Scritto da Arianna Giago
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Stivali texani per l’inverno 2022: come abbinarli secondo le tendenze

Tutto l’oroscopo 2022 segno per segno: le previsioni per l’anno nuovo

Leggi anche
Contents.media