Heather Parisi contro Madonna: “E’ tutta chirurgia estetica”

Heather Parisi contro Madonna per il suo aspetto fisico "irriconoscibile".

Dopo l’apparizione ai Grammy Awards 2023, Madonna continua ad essere attaccata per l’eccessivo ricorso alla chirurgia estetica. Contro di lei anche Heather Parisi, che l’ha duramente criticata tramite i suoi profili social.

Heather Parisi contro Madonna

Madonna, dopo la serata Grammy Awards 2023, continua a ricevere critiche per il suo aspetto fisico. L’artista è apparsa parecchio gonfia e in molti hanno condannato la sua scelta di ricorrere abbondantemente alla chirurgia estetica. A spendere parole contro di lei anche Heather Parisi che, via Instagram, ha condiviso una sua foto accanto a quella di Madonna.

Le critiche di Heather Parisi a Madonna

A didascalia del collage che ritrae il suo volto accostato a quello di Lady Ciccone, Heather ha scritto:

“Lasciarsi invecchiare con grazia è molto più bello della chirurgia plastica. Madonna 64 (anni), io 63″.

L’hashtag aggiunto è chiaro: “#ProudToBeNatural“.

Heather Parisi contraria alla chirurgia estetica

Heather Parisi non si è limitata a criticare Madonna, ma si è detta contraria alla chirurgia estetica. La showgirl sostiene che sia meglio “invecchiare con grazia” piuttosto che abusare del bisturi come ha fatto Lady Ciccone. Alcuni fan hanno apprezzato la presa di posizione di Heather, mentre altri hanno condannato il suo atteggiamento da leone da tastiera.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Heather Parisi 🤐 (@heather__parisi)

Scritto da Fabrizia Volponi

Un commento su “Heather Parisi contro Madonna: “E’ tutta chirurgia estetica””

  1. E’diventata mostruosa,non solo x l aspetto fisico,ma xl atteggiamento spirituale e morale decisamente fuori da ogni etica,qst continuo esacerbare il sesso in tutte le forme e maniere cosa vorrebbe significare,e poi quelle indagini in malawi sulla pedofilia dove miss ciccone sarebbe coinvolta la dice lunga sulla piega che ha preso la sua vita…se vita si puo’chiamare

    Rispondi

Lascia un commento

Leggi anche
Contentsads.com