Fini vs Berlusconi: Mentana fa il botto, Feltri litiga con Travaglio, Casini e le campane a festa, il TG1 e il TG4 parlano d’altro

Giornata epocale per la politica italiana, questa. Gianfranco Fini da Mirabello (prov. di Ferrara) piazza un discorso di un'ora e mezzo in cui si toglie ogni singolo sassolino dalle scarpe, rimandando al mittente le tante allusioni e le tante minacce dei suoi ormai ex (?) alleati e dando dell'infame a chi, come Vittorio Feltri, ha colpito la sua famiglia per arrivare a lui.

Ebbene, come hanno reagito i telegiornali del Belpaese?

Enrico Mentana dedica più di due ore di diretta all'evento, coprendolo per intero e – cosa ancor più significativa – lasciando allo spettatore il compito di farsi un'opinione ascoltando tutto live, e concedendo poi ampio spazio ai commenti degli ospiti, un nervoso Feltri e un serafico Marco Travaglio. I due, per inciso, non se le mandano a dire, rendendo il telegiornale de La7 qualcosa di assolutamente godibile.

Ottimo, a mio avviso, anche il passaggio in cui Pier Ferdinando Casini si rivolge direttamente a Feltri, esponendo le sue idee come solo in un telegiornale veramente democratico si dovrebbe fare.

Nel bel mezzo del discorso di Fini, improvvisamente colto da un presagio, giro su Rete4: come starà prendendo la cosa Emilio Fede? Come starà raccontando quest'avvenimento? Con un servizio sul costo dei quadernoni per la scuola. Dico sul serio: mentre di là si scriveva una pagina importante del futuro della nazione, loro parlavano del prezzo dei quaderni.

Non farà molto meglio il TG1, a cui mi rivolgo alle 20:00 spaccate e successivamente alle 20:20. La prima volta c'è lo spaesato corrispondente da Mirabello che – ahilui – fa giustamente la cronaca della giornata, e non sa ancora che la cronaca è l'ultima cosa che Minzolini vorrebbe da lui. La seconda volta, invece, parlano di funghi. Avete letto bene: di funghi. Dove trovarli, come prenderli, quali sono le specie velenose (amanite, ecc).

Momento clou dell'offerta telegiornalistica della serata, comunque, per me rimane un passaggio del collegamento di Mentana con Casini: il giornalista rivolge al leader cattolico una domanda, e nella piazza da cui questi è collegato partono le campane, con Casini costretto ad attendere prima di rispondere – con un sorriso che la dice lunga. Un segno d'approvazione divina?

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Ebrei giornata della memoriaEbrei e Olocausto: come venivano vestiti i prigionieri

    La terribile parentesi storica dell’Olocausto ha segnato il mondo intero. Tra simboli, divise e tatuaggi sulla pelle, i prigionieri erano “catalogati”.

  • Lance KerwinChi era Lance Kerwin: tutto sull’attore de La casa nella prateria

    È scomparso all’età di 62 anni l’attore de La casa nella prateria e Le notti di Salem: Lance Kerwin, noto attore di fama mondiale, era assai conosciuto

  • Maneskin matrimonioI Maneskin si sono detti “sì” in total white: i look della rock band

    I Maneskin si sono sposati: la rock band romana ha deciso di promuovere il nuovo disco unendosi in matrimonio. I look, ovviamente, sono pazzeschi.

  • Messina DenaroL’orologio di Messina Denaro: ecco il prezzo dell’accessorio di lusso

    L’ultimo boss di Cosa Nostra è stato finalmente arrestato: Matteo Messina Denaro, dopo 30 anni di latitanza, ha finito la sua fuga, fatta di agi e di lusso

Contentsads.com