Coronavirus, Lino Banfi: “Un nonno non ha meno valore di un giovane”

Lino Banfi ha detto la sua sul Coronavirus e ha lanciato un messaggio di incoraggiamento a quanti sono nel panico.

Il Coronavirus sta continuando a generare panico tra la popolazione. Eppure, non tutti si abbandonano al pessimismo e credono che presto si tornerà alla normalità. Tra loro c’è Lino Banfi che ha voluto lanciare un messaggio molto importante, rivolto a giovani e anziani.

Le parole di Nonno Libero hanno catturato l’attenzione dei fan.

Coronavirus: il messaggio di Lino Banfi

Lino Banfi non si è fatto prendere dal grande allarmismo che ormai dilaga nel nostro paese a causa del Coronavirus e ha cercato di tranquillizzare tutti i suoi fan. Il mitico Nonno Libero di Un Medico in Famiglia ha rilasciato un’intervista ad Adnkrons e ha lanciato un messaggio destinato a tutta la popolazione, giovani e anziani.

Lino, 84 candeline sul groppone, ha dichiarato: “Da bambino, quando ancora vivevo a Canosa di Puglia, ho avuto in serie tifo, paratifo, malaria ed epatite virale… dovevo morire a dieci anni e oggi che ho 84 anni posso dire che quelle malattie mi hanno fortificato e rafforzato. Dunque, come nonno Libero, dico a tutti i vecchietti come me di non avere paura del Coronavirus e di stare tranquilli, perché noi abbiamo gli anticorpi e siamo forti!”.

Banfi invita tutti gli italiani a non farsi prendere dal panico. Così come è successo in passato, anche questo virus verrà presto debellato e pian piano si tornerà alla normalità. Nonno Libero, proprio grazie a questo ruolo in Un Medico in Famiglia, è diventato per tutti un esempio di saggezza e le sue parole hanno rincuorato coentanei e non.

La riflessione di Lino

Lino ha proseguito: “Se muore un nonnino non è che abbia meno valore della morte di una persona più giovane, ma visto che il mio mestiere mi insegna a sorridere e far sorridere anche nei momenti tristi, possiamo dire che almeno una cosa buona questo Coronavirus l’ha fatta: ha insegnato a tutti gli italiani l’abitudine di lavarsi le mani, spesso e bene”. Banfi ha voluto utilizzare un po’ della sua innata ironia, la stessa che l’ha reso un attore e un personaggio più che apprezzato. Nonno Libero ha concluso il suo messaggio con una battuta che induce ad una riflessione. Il giornalista gli ha fornito un vero e proprio assist e ha esclamato: “Prima, magari, erano di più quelli che ‘se ne lavavano le mani’…”.

Lino ha risposto: “Certo, da questo punto di vista, Ponzio Pilato ci avrebbe fatto un baffo e non avrebbe avuto proprio nulla da temere da questo Coronavirus! Ma presto, nessuno di noi avrà più motivo per averne paura e ne rideremo”. Insomma, il messaggio di Banfi è chiaro: le malattie ci sono sempre state e così come un tempo non tutte erano curabili, la scienza progredirà anche nei confronti del Covid19 e presto ricorderemo questo momento tanto delicato con il sorriso.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Amici 19, Maria De Filippi: “Carlo Conti ti voglio un bene, davvero”

Alessio Bruno replica a Valeria Bigella: “L’aborto è stato voluto”

Leggi anche
  • negramaro chi sonoChi sono i Negramaro: tutto su uno dei gruppi italiani più amati

    Tanti album e successi hanno caratterizzato il percorso musicale di questo gruppo nato nei primi anni 2000.

  • the voice senior chi sonoChi sono i cantanti di The Voice Senior a Sanremo 2021

    A legare Gio Evan ai cantanti di The Voice Senior è indubbiamente una passione, quasi poetica, per la musica.

  • gaetano castelli chi eChi è Gaetano Castelli: carriera e curiosità sullo scenografo

    Il palco di Sanremo 2021 può contare ancora una volta su uno scenografo da record. La parola d’ordine? Dinamicità, ma anche un augurio per il futuro.

  • paolo sommaruga chi èChi è Paolo Sommaruga, l’erede di Mollica a Sanremo

    Il celebre balconcino delle interviste dell’Ariston di Vincenzo Mollica da quest’anno potrebbe essere “ereditato” da Paolo Sommaruga.

Contents.media