Chiara Ferragni si è laureata con 110? Il vero titolo di studio

Chiara Ferragni è laureata? Scopriamolo insieme.

Chiara Ferragni si è laureata con 110? Scopriamolo insieme all’interno di questo articolo.

Chiara Ferragni laureata con 110? Il vero titolo di studio

Nel corso degli anni sono circolate varie voci circa il titolo di studio di Chiara Ferragni. In realtà la moglie di Fedez non ha nessuna laurea. Chiara si è diplomata al liceo classico “Daniele Manin” di Cremona con 78. Poi si è iscritta alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università Bocconi di Milano ma non si è mai laureata, in quanto ha deciso di lasciare gli studi per dedicarsi alla sua carriera nel mondo della moda. Le mancavano tre esami. Recentemente aveva anche detto che le sarebbe piaciuto terminare gli studi. Mentre frequentava l’Università, Chiara Ferragni era già al lavoro sul suo blog, “The Blond Salad” e, man mano che gli impegni crescevano a vista d’occhio, era sempre meno il tempo che l’influencer poteva dedicare agli studi. C’è chi pensa che Chiara Ferragni sia in realtà laureata a Harvard, ma questa pare essere una fake news. Chiara avrebbe solamente tenuto una lezione sulla sua esperienza sull’imprenditoria digitale.

La carriera di Chiara Ferragni

Come abbiamo appena visto, Chiara Ferragni non si è mai laureata, era iscritta alla Facoltà di Giurisprudenza alla Bocconi di Milano ma non ha mai terminato gli studi, le mancavano tre esami. Nel 2009, insieme all’allora fidanzato Riccardo Pozzoli, ha creato il blog “The Blond Salad“, il cui scopo, inizialmente, era quello di commentare la moda e dare consigli. Fin dall’inizio, Chiara ha usato sia l’italiano che l’inglese, e ciò si mostrato essere una scelta vincente per accaparrarsi più follower. Da influencer in breve tempo la Ferragni è diventata una vera e propria imprenditrice, ed è stata chiamata come testimonial per tantissimi brand. Ultimamente Chiara è finita al centro delle notizie non per le sue collezioni o collaborazioni, ma perché è stata accusata di truffa aggravata, il cosiddetto Pandoro Gate. L’imprenditrice ha perso molti follower e anche diverse collaborazioni, oltre a ricevere tanti messaggi da parte degli haters. Quello che è accaduto ha portato il Governo ad approvare il Ddl Beneficenza, detto anche Legge Ferragni, al fine di regolamentare le donazioni e le campagne benefiche di influencer e aziende. Sono previste multe fino a 50mila euro. Queste sono state le parole di Chiara Ferragni una volta saputo della Legge Ferragni: “sono lieta che il Governo abbia voluto velocemente riempire un vuoti legislativo. Quanto mi è accaduto mi ha fatto comprendere quanto sia fondamentale disciplinare con regole chiare le attività di beneficenza abbinate alle iniziative commerciale. Questo ddl consente di colmare una lacuna che da una parte impedisce di cadere in errore, ma dall’altra evita il rischio che da ora in poi chiunque voglia fare attività di beneficenza desista per la paura di essere accusato di commettere una attività illecita.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI DONNEMAGAZINE.IT

Crisi Fedez-Ferragni 2024: questa volta si sono lasciati davvero

Luca Argentero e Cristina Marino: la storia d’amore e il primo incontro tra i due attori

Scritto da Sara Guglielmetti

Lascia un commento

Leggi anche
Contentsads.com