Barbara Alberti: “Il Ddl Zan? Indispensabile prendere provvedimenti”

Barbara Alberti: "Il Ddl Zan? Indispensabile prendere provvedimenti"

Barbara Alberti ha espresso il suo pensiero sul Ddl Zan. La scrittrice, come sempre, è stata pungente e ha invitato la popolazione a svegliarsi dal torpore in cui sembra essere caduta. 

Barbara Alberti sul Ddl Zan

Intervistata da MOW, Barbara Alberti ha parlato del Ddl Zan, esprimendo senza troppi giri di parole il suo pensiero.

Come sempre, la scrittrice ed ex gieffina non ha peli sulla lingua e ha invitato le persone a battersi per l’uguaglianza dei diritti. 

“Non conosco a fondo i dettagli della proposta, ma ho fatto una ricerca sulle aggressioni omofobe e i delitti contro le persone omosessuali. Impressionante. Pur non sapendo bene com’è articolata la legge, credo sia indispensabile prendere provvedimenti contro una delinquenza di genere così estesa e violenta”. 

Barbara non ha alcun dubbio: la delinquenza, di qualunque forma sia, va punita. 

Barbara Alberti sul Ddl Zan: le sue parole

La Alberti, pur ammettendo di non conoscere a fondo il Ddl Zan, ha sottolineato:

“Non ci vuole nessuna indulgenza. Chi tocca un gay, una lesbica, un trans deve sapere che non la passerà liscia. Le leggi servono a questo. Già le pene contro chi ammazza le donne sono quasi sempre inadeguate alla gravità del crimine. Quando si uccide o si fa violenza per categorie (come anche nel caso delle donne) ci vuole un deterrente forte”. 

Barbara ha ammesso che si è infomata in merito alle aggressioni omofobe ed è rimasta basita dal numero sempre crescente delle vittime

Barbara Alberti dal Ddl Zan al mondo attuale

La Alberti, poi, si è lasciata andare ad una riflessione sulla società di oggi. Secondo il suo pensiero, il mondo “è vittima di un rincoglionimento totale, di stampo reazionario“. La scrittrice ha dichiarato: 

“Noi vecchi non pensavamo certo di lasciare un mondo ideale, ma morire (facciamo le corna perché vorrei stare ancora un po’ qua) travolti dalla stupidità è veramente spiacevole. Non si riesce a difendere i diritti di qualcuno senza ledere i diritti di qualcun altro. (…) L’unico padrone è il consenso. Comincia fin da piccoli questa alienazione: voler piacere a tutti, perenne nevrosi, incurabile. Bambini di 12 anni si chiedono fra loro ‘tu quanti like hai?’. Generazioni che crescono per piacere agli altri, per conformarsi al conforme, perdendo sé stessi”. 

Barbara non ha tutti i torti, anzi. Il mondo virtuale plasma i bambini fin dalla tenera età e il futuro non si propsetta affatto allettante. 

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Luca Zanforlin torna ad Amici: l’autore aveva lasciato nel 2013

Stasera in tv 29 giugno 2021: la programmazione completa

Leggi anche
  • Paola Turci e Francesca PascalePaola Turci e Francesca Pascale si sposano: tutto sulla location

    Francesca Pascale e Paola Turci si sposano sabato 2 luglio 2022: la location, sulle colline della Val d’Orcia, è un vero sogno immerso nel verde

  • Lady DianaAbito oro di Lady D: è davvero il vestito più costoso di sempre?

    Durante il suo viaggio in Medioriente Lady Diana ricevette un dono assai prezioso: un abito ricamato su tutti i bordi da fili d’oro dal valore enorme

  • robot vacuum cleaner g72bfe709a 1920Quali sono i criteri più importanti per la scelta di un robot aspirapolvere?

    Il robot aspirapolvere è apparso sul mercato ormai da diversi anni. Si tratta del sogno di molte casalinghe, che vedono in questo elettrodomestico la soluzione definitiva alla pulizia del pavimento.

  • Silvana FallisiChi è Silvana Fallisi, attrice e comica di grande successo

    Silvana Fallisi, attrice di teatro e di cinema, è moglie di Aldo Baglio dal 1996. La sua carriera è ricca di soddisfazioni, ma anche di tanto amore.

Contents.media