Alessandro Michele lascia Gucci: gli abiti più iconici della sua era

Un'era si è conclusa: Alessandro Michele lascia definitivamente Gucci dopo anni di successi e rivoluzioni e sono diversi gli abiti divenuti iconici

Alessandro Michele: un nome, una passione, un mondo che dal 2015 si era arricchito di visioni, di simboli, di nuove narrazioni visionarie e un modo del tutto nuovo di fare moda.

Gucci saluta il suo direttore creativo, pronto a inseguire qualche nuova avventura, ma rimane indelebile l’impronta che il designer ha cresciuto durante il lungo cammino insieme al brand.

L’era di Alessandro Michele: gli abiti più iconici

Bisognerebbe inserirli tutti, dal primo all’ultimo; l’era fashion di Alessandro Michele in Gucci ha portato innovazione, nuove letture, nuovi corpi, nuovi messaggi da trasmettere a intere generazioni. Forse per molte persone la moda di Michele può essere stata interpretata come troppo eccentrica, troppo diversa dalle linee classiche a cui si è sempre stati abituati, ma è anche vero che il lavoro da lui svolto è stato qualcosa di incredibile, in grado di ribaltare completamente il sistema valoriale del fashion system.

Alessandro Michele non solo ha realizzato abiti meravigliosi, ma si è lasciato ispirare da tutto ciò che da sempre lo ha circondato: arte, bellezza, cinema, passato, presente, futuro, simbolismi e intrecci di ogni mondo possibile.

Sicuramente tra tutte le creazioni nate dalle mani magiche di Michele, non si può non citare la lunga collaborazione instaurata con Harry Styles. I due, infatti, sono diventati molto amici nel corso degli anni, tanto da vedersi quasi abitualmente oltre la moda.

La popstar ha concretamente rivoluzionato il suo stile grazie ad Alessandro Michele, che nel giro di pochi mesi lo ha portato a diventare una vera e propria icona di moda mondiale. Vi ricordate i look indossati da Styles al Coachella 2022? Una tuta di specchi arcobaleno riflettente e decisamente iconica. Non solo: Harry Styles è comparso in numerose copertine di Vogue con abiti Gucci dallo stile femminile: abiti a balze, tutù, gonne lunghe, una nuova idea di mascolinità, un calcio a tutti gli stereotipi.

Anche Billie Eilish si è lasciata trasportare dall’aura magica di Alessandro Michele. Stile oversize e mai banale per la cantante, che ai Grammy 2020, se ben ricordate, ha sfoggiato due outfit Gucci shimmer. Per il primo red carpet, Eilish ha sfilato con un completo black & green (perfettamente abbinato ai capelli) oversize, guanti, mascherina e occhiali da sole. Il motivo monogram con la doppia G, luminoso e in rilievo, non è passato inosservato, proprio come la personalità della cantante. Una volta salita sul palco, Billie Eilish ha sfoggiato un completo total white con doppia G silver: impeccabile come sempre.

Tra le celebrità che hanno preso per mano Alessandro Michele spicca la figura di Jared Leto, da molti considerato quasi un sosia del designer, per via della barba e dei lunghi capelli neri. Testimonial di Gucci per diversi anni, il cantante arrivò al Met Gala 2019 (tema Camp) con abito rosso di satin impreziosito da catene e applicazioni luminosissime. Per destare ancora maggiore scalpore il cantante portò con sé la sua testa, lasciando tutti completamente a bocca aperta.

C’era una volta un trio…” – a completare il duo Michele-Leto anche Lana Del Rey, apparsa insieme al collega in alcune campagne Gucci. In occasione del Met Gala 2018 (tema Heavenly Bodies), i tre arrivarono sul tappeto rosso sfoggiando look celestiali e ricchi di simbologie. Lana Del Rey sfilò vestita da Madonna, mostrando sul petto un cuore d’oro trafitto di spade: impossibile dimenticarlo.

Tra le celebrità italiane che hanno amato lo stile di Alessandro Michele spiccano, senza ombra di dubbio, Achille Lauro e i Maneskin. Lauro, personalità iconica dotato di un personal brand di spessore, si è presentato al Festival di Sanremo 2020 con alcuni outfit pazzeschi made by Gucci. Mantello nero e tutina trasparente cosparsa di strass, Achille Lauro ha rivoluzionato da cima a fondo il palco dell’Ariston. Che dire invece dei Maneskin, una delle band rock italiane più famose del momento, amante della musica ma altrettanto amante della moda e della rivoluzione fashion. Corsetti, trasparenze, pizzi, ricami, gonne, mantelli, stili anni 70 e chi più ne ha più ne metta gli abiti Gucci per i Maneskin non sono mai rimasti inosservati.

L’era di Alessandro Michele si porta dietro numerose altre personalità: Florence Welch, Rihanna, Anne Wintour, Madonna, Elton John. Tutti nomi che, in un modo o nell’altro, hanno contribuito al grandioso successo del designer e del brand. L’era di Michele si è conclusa, ma la ricchezza e il sogno che il mondo intero ha vissuto non si spegneranno mai.

Scritto da Marta Mancosu
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Viva MagentaViva magenta è il colore Pantone 2023: come abbinarlo

    Viva Magenta è il nuovo colore Pantone 2023. Un colore molto potente e orientato al futuro.

  • Miley CyrusMiley Cyrus: l’outfit più semplice diventa rock con gli accessori

    Miley Cyrus, classe 1992, è la regina assoluta della trasgressione. Icona fashion oltre che musicale, la cantante sfoggia accessori bold ed extra rock

  • Moda anni '60 tendenzeCome rendere contemporaneo un outfit anni ’60

    La moda è un cerchio di ispirazioni, di epoche e di stili che vanno e che vengono: la moda anni ’60 è tendenza fashion contemporanea

  • Alessandro MicheleAlessandro Michele: tutto sul famoso designer

    Alessandro Michele, visionario, rivoluzionario e da sempre appassionato di moda e del bello, dal 2015 è ufficialmente direttore creativo di Gucci

Contentsads.com