Usi, proprietà e benefici del bicarbonato di sodio

Ormai sappiamo che il bicarbonato di sodio ha molteplici usi, che vanno dalla cura del corpo alla pulizia degli interni. Ma vediamo nello specifico di cosa si tratta e perché è così versatile.
Cos’è il bicarbonato di sodio
Il bicarbonato di sodio, con formula chimica NaHCO3, è un sale di sodio dell’acido carbonico.

Si trova spesso disciolto nelle acque, sia superficiali che sotterranee, e molto più raramente è rinvenibile in forma minerale. In questo caso, prende la forma di incrostazioni o efflorescenze. Esistono diversi depositi naturali di bicarbonato di sodio sul pianeta. Uno dei principali è il Green River, che si trova nella zona centrale degli Stati Uniti. Sono numerose la aziende dell’area che si occupano della sua estrazione per poi vendere il bicarbonato come prodotto puro o, in alternativa, trattato con agenti chimici.

Questi non devono essere necessariamente inquinanti dunque, in tal modo, è possibile ottenere un prodotto a basso impatto ambientale. In Italia, invece, uno dei punti naturali di estrazione del bicarbonato si sodio è la Toscana, con le cave della zona di Rosignano. Si ottiene da qui un bicarbonato di sodio naturale, detto anche “purissimo”, il quale può essere acquistato in negozi di prodotti naturali e biologici, oppure online.

Il bicarbonato di sodio fa parte degli additivi alimentari.

E’ codificato dall’Unione Europea con la sigla E 500 e, a livello commerciale, è noto con la semplice denominazione di “bicarbonato”.

Oltre ad essere presente in natura, il bicarbonato di sodio può altresì venire prodotto a livello industriale. In questo caso, la produzione implica l’utilizzo di ammoniaca. L’ammoniaca va poi miscelata con anidride carbonica e cloruro di sodio. Da ciò si otterrà una reazione chimica che si conclude con la produzione di bicarbonato di sodio e cloruro di ammonio.

Se entra in contatto con l’acqua, il bicarbonato di sodio produce una sostanza leggermente basica, con un pH pari a 8.6. Fu Ernest Solvay, nel 1863, a mettere a punto la ricetta per la produzione industriale del bicarbonato di sodio.
Per pulire
Grazie al suo potere abrasivo e sbiancante, il bicarbonato di sodio è ampiamente impiegato nella pulizia della casa. Esso è frequentemente un ingrediente impiegato nella produzione di detersivi ecologici per la pulizia degli interni, nonché in quella dei deodoranti per ambienti. Le proprietà del bicarbonato, infatti, gli consentono di assorbire gli odori presenti nell’ambiente. Per tale ragione, è consigliabile posizionarne una piccola quantità, contenuta in mezzo bicchiere, negli ambienti più diversi, dalla scarpiera al frigorifero.

Il bicarbonato in polvere, inoltre, regola il pH delle superfici sulle quali viene applicato. Per questo motivo, esso potenzia l’effetto dei detersivi ed è uno strumento valido per la pulizia delle stoviglie, delle bottiglie e di molti oggetti affetti da ruggine.

Anche per lo sblocco degli scarichi domestici il bicarbonato si sodio, se fatto reagire con altri elementi, può rivelarsi alquanto utile. In questo caso occorre versare, nell’ordine e uno dopo l’altro, un bicchiere di aceto -o acido citrico o succo di limone-, mezzo bicchiere di bicarbonato e un litro di acqua calda. L’alternanza di aceto con bicarbonato può essere altresì impiegata per rimuovere macchie ostinate sulle superfici o, tamponata, per eliminare i cattivi odori causati dall’urina dei cani.

Le soluzioni di acqua e bicarbonato, grazie proprio alla loro natura leggermente basica, sono utili per combattere, negli ambienti caratterizzati da acidità, cattivi odori, funghi e muffe.
Per il corpo
Ma i benefici del bicarbonato di sodio si estendono anche alla sfera delle bellezza e della cura del corpo. Grazie, ancora una volta, alle sue proprietà sbiancanti e abrasive, esso è frequentemente inserito nella formulazione dei dentifrici industriali, in particolare di quelli ad azione sbiancante.

Viene anche utilizzato nella preparazione di deodoranti per la persona. Come deodorante in polvere esso è in grado, in presenza di sudore, di contrastare l’acidità e i cattivi odori da questo causati.

Il bicarbonato sembra essere anche uno dei migliori alleati per la salute della nostra pelle. Questa, infatti, dovrebbe essere esfoliata con una certa regolarità. Per farlo, non è necessario ricorrere a sofisticati prodotti da profumeria. Al contrario, è sufficiente mescolare un quarto di acqua con tre quarti di bicarbonato e applicare il tutto sulla parte del corpo interessata, con massaggi circolari.

Se vorrete estendere l’utilizzo di questo prezioso alleato a più sfere possibili, i vostri capelli vi saranno grati. In essi, infatti, si accumulano spesso sporco, smog e residui che li fanno apparire unti. Allo shampoo normale andrebbe quindi aggiunto un cucchiaino di bicarbonato di sodio, da applicare con un massaggio circolare a lasciare agire per circo 10 minuti. Al termine del trattamento, la vostra chioma sarà visibilmente più leggera e più pulita.

Uno degli effetti più straordinari, infine, il bicarbonato lo manifesta nel trattamento delle zone più secche della nostra pelle. Solitamente queste sono i gomiti e le ginocchia. In questo caso, vi basterà mischiare un po’ di bicarbonato di sodio alla vostra crema idratante per ottenere rapidi risultati.
Uso in cucina
Come abbiamo già accennato, il bicarbonato di sodio è anche ampiamente utilizzato in campo alimentare. Negli impasti, in particolare, esso viene impiegato per favorirne la lievitazione. Ciò implica che, durante la cottura, la sua presenza incentiverà lo sprigionamento di anidride carbonica. Occorre però notare che il bicarbonato, da solo, non possiede una forte azione lievitante. Al contrario, esso deve essere mischiato con un ingrediente acido (come cremor tartaro o limone). Dosare i due ingredienti non è semplice ma si trovano, in commercio bustine già preparate con i due agenti. Da utilizzare al posto del lievito chimico, essi vanno inseriti esattamente come questo, ovvero come ultimo ingrediente alla fine dell’impasto.

Il bicarbonato viene poi utilizzato anche in altre ricette e, prima di essere inserito, deve sempre venire setacciato. Una quantità piccolissima di bicarbonato (mezzo cucchiaino per mezzo chilo di pasta frolla) è indicata per conferire fragranza ai biscotti, alla pasta frolla salata e alla pasta brisé. Una punta di bicarbonato, versata nell’acqua in cui si lasciano ammollo i legumi secchi, contribuisce inoltre a renderli più morbidi e digeribili. Un pizzico, infine, aggiunto al sugo di pomodoro, riduce l’acidità di quest’ultimo.

 

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dieta detox: come depurarsi dalle tossine

Abiti da damigella: come scegliere

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.