Troppa televisione uccide. Parola di University College London…

Morte in Tv, finale del film “Live”: si sconsiglia la visione ai minori

Uno studio dello University College London sentenzia che trascorrere molto tempo davanti al televisore provoca un incremento delle malattie mortali pari al 48%, e fa aumentare del 125% il rischio di morire per patologie cardiache.

La tesi è stata pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology ed è il frutto di uno studio su 4.512 persone seguite per 4 anni, durante i quali 325 sono morte e 215 hanno avuto almeno una malattia cardiovascolare.

Afferma uno degli autori:

“Un modo per rimanere in salute è diminuire il tempo che si trascorre seduti – ha spiegato uno degli autori, Emmanuel Stamatakis, del dipartimento di Epidemilogia e Salute pubblica – ; tre o quattro ore al giorno davanti alla tv sono troppe: oltre ad essere il modo più passivo e meno creativo per passare il tempo rappresenta anche un grosso rischio per la salute”.

Alcuni esperti italiani contestano però lo studio.

Lo spiega Repubblica.it…

Scritto da Style24.it Unit
Categorie TV
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Alfonso Luigi Marra colpisce ancora: Lele Mora guest star

Il nuovo partito di Silvio: archipensatori nonventralsentire Italia

Leggi anche
  • PrimeTitoli in uscita a luglio su Prime Video: cosa vedere in estate

    Ecco tutte le uscite previste nel mese di luglio su Prime Video.

  • NetflixTitoli in scadenza a luglio su Netflix: film e serie tv da vedere

    A luglio molti titoli di Netflix lasceranno ufficialmente la nota piattaforma di streaming on demand.

  • Una boccata d'ariaUna boccata d’aria: trama e cast del film

    Una boccata d’aria, una commedia diretta da Alessio Lauria, piena di divertimento ma anche di grande profondità.


  • Palinsesti Mediaset 2022-2023I palinsesti Mediaset 2022-2023: ecco le novità per la nuova stagione

    Sono stati annunciati da Mediaset i nuovi palinsesti per la stagione televisiva 2022-2023: tra tante conferme, ci saranno anche novità interessanti

Contents.media