Strangola le figlie e tenta il suicidio, tragedia a Laengenfeld

Tragedia lunedì 28 dicembre nel Tirolo austriaco: un papà 28enne uccide le figlie strangolandole, a dare l'allarme la compagna dell'uomo.

Dramma familiare nel Tirolo austriaco. A Laengenfeld un uomo strangola le figlie di 2 anni e 9 mesi e tenta il suicidio nel pomeriggio di lunedì 28 dicembre. A chiamare la polizia la madre delle piccole e compagna dell’uomo che non riusciva a contattarlo per telefono.

Alla scoperta di quanto accaduto per le bambine non c’era più nulla da fare.

Strangola le figlie e tenta suicidio

Nel Tirolo austriaco lunedì 28 dicembre si è consumato un dramma familiare. Un giovane papà di 28 anni ha ucciso le figlie di 2 anni e 9 mesi prima di tentare di togliersi la vita nella villetta unifamiliare a Laengenfeld, nel distretto di Imst. Nel pomeriggio, intorno alle 15.30, a chiamare la polizia è stata la madre delle bambine e compagna dell’uomo, assente perché al lavoro, e preoccupata perché non sarebbe riuscita a contattarlo al telefono.

Le sue preoccupazioni hanno purtroppo trovato riscontro ma ormai per le piccole non c’era più niente da fare. I soccorritori, giunti sul luogo anche in elicottero, hanno dovuto constatare il decesso delle piccole che, secondo i primi rilievi, pare essere per strangolamento.

Leggi anche: Orrore in albergo: uccide la figlia schiacciandole il cranio

L’uomo, dopo aver commesso il reato, ha tentato il suicidio ed è stato poi trasportato all’ospedale di Zams.

Il ventottenne è ora sotto strettissima sorveglianza nella struttura ospedaliera e accusato di duplice omicidio. Pare che gli inquirenti austriaci non lo abbiano ancora interrogato sul movente del folle gesto, seguiranno le dovute indagini.

Leggi anche: Picchia e minaccia di morte la moglie: denunciato il giorno di Natale

Scritto da Evelyn Novello
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Tendenze beauty 2020: tutto quello che è successo nell’anno del Covid

Chi era Gustave Courbet: tutto sul pittore francese

Leggi anche
Contents.media