Rignano Flaminio: Scancarello e Lerici, accusato e accusatrice colleghi in Tv

La principale accusatrice e l'accusato più in vista sono personaggi dello Spettacolo.

I protagonisti chiave della triste vicenda di Rignano Flaminio, paese alle porte di Roma balzato alla ribalta per le accuse di pedofilia rivolte ai gestori della scuola materna locale, sono infatti entrambi autori che hanno lavorato in televisione.

Di Gianfranco Scancarello si è già scritto molto.

Collaboratore di Buona Domenica, inventore di famosi programmi per ragazzi, la sua scheda si può leggere nella sezione Autori di Zoom, database dei personaggi che lavorano dietro le quinte dei Media.

Poco si sa invece di Roberta Lerici, autrice teatrale e scrittrice satirica che ha recitato al cinema con Vanzina, Risi e Steno, ed ha partecipato anche a programmi radiofonici e televisivi.

Tra questi, Non Stop, rassegna di comici che ha lanciato Verdone e Troisi e che andava in onda alla fine degli anni '70 con la regia di Enzo Trapani, e Il Gatto in Tasca, con la regia di Gigi Proietti.

Ha anche inventato insieme a Francesco Verdinelli la prima tv su internet, come si può leggere in questa intervista che ho fatto nel 2002 per il Bernabè Magazine.

Come racconta questo articolo de La Repubblica, Roberta Lerici si è attivata per organizzare il Comitato dei Genitori che ha sollecitato le indagini, assieme ad un giornalista suo conoscente, e sta preparando un dossier accusatorio.

A parte la singolare e suggestiva coincidenza che accomuna due personaggi chiave, Giancarlo Scancarello e gli altri arrestati ribattono che "è stato tutto architettato dai genitori".

E il dramma di Rignano diventa purtroppo anche un giallo con troppe incongruenze.

A pagarne le conseguenze sono dei bambini piccolissimi, che in ogni caso, qualunque sia la verità, soffrono un disagio enorme…
Vedi la scheda di Gianfranco Scancarello su Zoom, database del backstage.

Scritto da Style24.it Unit

Lascia un commento

Leggi anche
Contentsads.com