Perchè non usare frutto noni in allattamento

La pianta Noni originaria delle zone del sud est asiatico è da millenni conosciuta ed usata soprattutto dalle popolazione polinesiane per le sue numerose proprietà organolettiche…ma perché è meglio non mangiare questo frutto durante l’allattamento?..Cerchiamo di conoscere meglio benefici ed effetti collaterali di questa pianta.

Sin dalla antichità nelle zone asiatiche si riconoscono i vantaggi e benefici della pianta sempreverde del noni soprattutto per rafforzare il sistema immunitario, migliorare l’apparato respiratorio, osteo-articolare, digerente e nervoso e per lenire e curare i disturbi della pelle.

Infatti è ricco di Vitamina A e C e contiene minerali come megnesio, ferro, potassio, zinco, selenio, sodio e zolfo. Dal 2003, l’Unione Europea ha permesso la vendita del succo, estratto dal frutto maturo della pianta.

Il succo di noni dovrebbe essere assunto a digiuno e, dopo averlo assunto, è consigliabile attendere circa 30-40 minuti prima di mangiare per migliorarne l’assorbimento e si sconsiglia di assumerlo insieme ad altri alimenti come latte o caffè che ne possono limitare i benefici. Per quanto riguarda le dosi bastano circa due cucchiai di succo al giorno per apprezzarne i benefici.

Ma perchè non durante allattamento?

Gli elementi ed i principi attivi da esso contenuto possono provare aborti e limitano le caratteristiche positive del latte materno.

Ecco perchè non introdurre il succo del frutto noni in allattamento. Il noni è sconsigliato anche a chi soffre di insufficienza renale ed epatica.

Scritto da Federica Fatale
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Test per capire se la pelle del viso è grassa

Come rimuovere pelle morta gambe con scrub olio e zucchero

Leggi anche
  • donne argentina aborto documentarioLe donne dell’Argentina sono favorevoli all’aborto: il documentario

    Ben prima della legalizzazione dell’aborto in Argentina, il regista Solanas fa eco alle proteste delle donne con il documentario Let it be law.

  • denise coates storiaChi è Denise Coates: la storia della co-fondatrice di Bet365

    Una delle donne più ricche in UK: Denise Coates, CEO di Bet 365, ha intuito le potenzialità del digitale e fatto crescere l’azienda di famiglia.

  • Catanzaro ragazza violentata arrestato l'uomoCatanzaro, ragazza violentata sul lungomare: arrestato l’uomo

    A Catanzaro fermato un 26enne con l’accusa di violenza sessuale: avrebbe abusato della ragazza due volte nella stessa sera e poi è fuggito.

  • donne di conforto giappone risarcimentoDonne di conforto, il Giappone dovrà pagare un risarcimento a Seul

    Seul ha condannato il governo giapponese a un risarcimento per il fenomeno delle “donne di conforto”, le schiave sessuali durante la 2GM.

Contents.media