Notizie.it logo

Marco Carta, il papà della Muscas: “Si è presa le colpe per salvarlo”

Marco Carta

Marco Carta sta usando Fabiana Muscas per farsi scudo dai guai legali? Le pesantissime accuse del padre dell'infermiera.

Marco Carta potrebbe aver strumentalizzato la devozione della sua fan Fabiana per salvare la propria fedina penale: è quanto emerge dalle dichiarazioni del signor Gesuino, padre di Fabiana Muscas che ha deciso di difendere la reputazione della figlia dopo il clamore e le accuse degli ultimi giorni.

Marco Carta “usa” Fabiana Muscas?

Attualmente Fabiana Muscas, l’infermiera cinquantatreenne arrestata assieme a Marco Carta per furto aggravato di merce da uno store La Rinascente di Milano, non ha rilasciato dichiarazioni. Mentre Marco Carta è stato prima messo agli arresti domiciliari, quindi processato per direttissima e infine rilasciato, la donna sta ancora risolvendo i suoi guai con la giustizia, dal momento che al momento del fermo la refurtiva era nella sua borsa.

Secondo la testimonianza di Gesuino Muscas la donna si sarebbe fatta addossare tutta la responsabilità del furto per proteggere Marco Carta e impedire che la sua carriera sia rovinata da questo increscioso episodio.

Secondo quanto afferma il padre della donna, infatti, Fabiana gli avrebbe raccontato la verità durante una telefonata fatta nelle ore appena successive all’arresto, confidando alla famiglia come stavano veramente le cose prima di chiudersi in un ostinato silenzio.

Una famiglia rispettabile

A scatenare le ire del padre di Fabiana, un rispettabile pensionato ultra ottantenne, è il fatto che Fabiana abbia deciso di rovinare la propria reputazione (e indirettamente quella della sua famiglia) soltanto per spalleggiare il cantante di cui è grandissima fan e molto amica.

Pare infatti che Fabiana avesse una vera e propria venerazione per Marco Carta e che con l’andar del tempo il rapporto idolo – fan si fosse trasformata in una sorta di amicizia: secondo il padre dell’indagata, infatti, Fabiana frequentava regolarmente la casa di Marco Carta.

A gettare una luce piuttosto strana sulla faccenda è il fatto che Fabiana ha tenuto segreta la partenza per Milano: ai genitori aveva spiegato che sarebbe stata per qualche giorno in vacanza a Roma ma che non si sarebbe mossa dalla Capitale.

Scoperte irregolarità sul lavoro della Muscas

Come riportato da molte testate giornalistiche, Fabiana Muscas è un’infermiera. A seguito degli accertamenti sul suo conto è però emerso che Fabiana attualmente non risulta iscritta all’ordine degli infermieri e che, per questo, non le sarebbe consentito esercitare la sua professione.

La donna dovrà regolarizzare la sua posizione lavorativa richiedendo nuovamente l’iscrizione all’albo (iscrizione scaduta e mai rinnovata). E’ stato specificato proprio in queste ore però che la vicenda legale che coinvolte Marco Carta e Fabiana Muscas potrebbe influire in maniera negativa sul procedimento e forse impedire il rinnovo dell’iscrizione all’Ordine.

Fabiana Muscas sembra quindi essere la vera e unica vittima dell’intera faccenda.

Marco Carta in queste ore ha continuato a dichiararsi innocente ed è appena tornato da una spensierata vacanza a Mykonos, dove ha trascorso alcuni giorni insieme a un gruppo di amici. Oltre a questo, Carta ha cominciato la promozione del suo nuovo album Bagagli Leggeri. Molti hanno ironizzato sul titolo dell’album affermando che, rispetto a quando il titolo è stato scritto, il bagaglio di Marco Carta si è appesantito di sei magliette.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Olga Luce
Olga Luce, nata a Napoli nel 1982, è diplomata al liceo classico. Scrive di cronaca, costume e spettacolo dal 2014. Il suo motto è: il gossip è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo (quindi tanto vale farlo bene)! Ha collaborato con Donnaglamour, Notizie.it e DiLei. Oggi scrive per Donnemagazine.it
Leggi anche
  • migliori illuminanti SephoraZolfo trattamento dell’acneLo zolfo è stato utilizzato come un trattamento di acne. Tuttavia, da allora è stato sostituito da altri trattamenti come ...