Le grandi donne che hanno ispirato le Barbie

Il gruppo Mattel, da diversi anni, sta cercando di cambiare la propria immagine, con la creazione di Barbie ispirate alle grandi donne.

Il gruppo Matte ha creato di Barbie ispirate alle grandi donne della storia, dello spettacolo, dello sport e della scienza.

Grandi donne che hanno ispirato le Barbie: da Madam C.J Walker ad Amelia Earhart

Da diversi anni il gruppo Mattel ha iniziato a lanciare sul mercato delle bambole ispirate a donne famose, che hanno cambiato la storia.

Scopriamo insieme tutte le donne che hanno ispirato le Barbie:

  • Madam C.J. Walker: imprenditrice e filantropa, figlia di schiavi che, tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, è diventata milionaria grazie ad una linea di prodotti per capelli;
  • Dottoressa Jane Goodall: etologa e antropologa britannica, nota per gli studi sugli scimpanzé e per il suo attivismo nella protezione dell’ambiente;
  • Regina Elisabetta: una Barbie per celebrare il giubileo di platino della Regina, i 70 anni di regno;
  • Sarah Gilbert: nell’agosto 2021 sono state create delle bambole in omaggio alle scienziate che hanno combattuto contro il Covid.

    Sarah Gilbert ha creato il vaccino AstraZeneca;

  • Patty Jenskins: regista e sceneggiatrice , nota per il film Monster, con cui Charlize Theron ha vinto un Oscar come migliore attrice. Ha diretto il film Wonder Woman, acclamato dalle femministe;
  • Ashley Graham: modella e attivista contro gli stereotipi. Sostiene il “corpo positivo”, incoraggiando le donne ad accettarsi per quello che sono, senza ambire a immagini di perfezione lontani dalla realtà;
  • Martyna Wojciechowska: giornalista e alpinista che ha raggiunto le Seven Summits, montagne più alte di ognuno dei sette continenti;
  • Gabby Douglas: a 16 anni, ai Giochi di Londra del 2012, è diventata la prima ginnasta nera a vincere l’oro.

    Nella stessa edizione ha vinto la medaglia d’oro nella competizione a squadre;

  • Misty Copeland: la prima ballerina nera diventata una star, spesso criticata per le sue forme. Ha contribuito a cambiare i codici del balletto americano ed è stata la prima ballerina afroamericana ad essere nominata solista;
  • Xiaotong Guan: attrice e filantropa, proveniente da una famiglia di attori, è diventata ambasciatrice della “Giornata mondiale della vita”;
  • Helen Keller: sorda e cieca dall’età di 2 anni, è la prima persona con disabilità ad essersi laureata. Una figura di spicco delle femministe, ha lottato anche per i diritti dei neri e dei poveri. È stata una delle suffragette;
  • Alex Morgan: la calciatrice si è unita nel 2013 al club di Portland e nel 2015 ha vinto la prima Coppa del Mondo contro il Giappone. Ha ottenuto tantissimi successi nel mondo del calcio;
  • Frida Kahlo: una vera icona dell’arte e del femminismo, che ha combattuto contro le disuguaglianze di genere e si è opposta agli standard di bellezza. Una donna forte e indipendente, apertamente bisessuale, che ha vissuto un amore travolgente con Diego Rivera;
  • Amelia Earhart: la prima donna ad aver attraversato l’Oceano Atlantico in aereo nel 1928 e la prima donna ad attraversarlo da sola nel 1932. Scomparve nell’Oceano Pacifico il 2 luglio 1937.

Grandi donne che hanno ispirato le Barbie: da Ibtihaj Muhammad ad Ella Fitzgerald

Mattel ha scelto con grande cura le donne della scienza, della storia, dello spettacolo e dello sport a cui ispirarsi per la creazione di Barbie davvero meravigliose. Tra queste:

  • Ibtihaj Muhammad: campionessa di scherma nota anche per il suo impegno nell’indossare il velo per le donne nello sport. Ha ottenuto il permesso del Comitato Olimpico Internazionale di svolgere le competizioni in hijab;
  • Katherine Johnson: fisica, matematica e ingegnere spaziale americana, ha contribuito a programmi aeronautici e spaziali del National Advisory Committee for Aeronautics (NACA) e della National Aeronautics and Space Administration (NASA) negli anni ’50. Ha preso parte nel 1969 alla missione Apollo 11 e ha combattuto per le donne e i poveri;
  • Florence Nightingale: ha aperto la professione infermieristica alle donne e ha creato una scuola modello. Ha contribuito allo sviluppo della statistica medica e ha avuto un ruolo nel movimento femminista inglese;
  • Billie Jean King: una delle più grandi giocatrici di tennis di tutti i tempi, impegnata per l’uguaglianza di genere e il riconoscimento degli sport femminili;
  • Naomi Osaka: la prima donna giapponese a vincere un torneo del Grande Slam e nella sua carriera come giocatrice di tennis ha collezionato successi incredibili;
  • Sydney Mayhem Keizer: la più giovane stilista di moda, conosciuta sui social dal 2015. Disegnava abiti con la sua attrezzatura di 5 anni;
  • Eleanor Roosvelt: la moglie dell’ex presidente Franklin Roosevelt, attivista contro il razzismo e per i diritti civili. Ha partecipato alla creazione delle Nazioni Unite ed è stata responsabile per la stesura della Dichiarazione universali dei diritti dell’uomo;
  • Rosa Parks: nel 1955 ha rifiutato di cedere il suo posto ad un passeggero bianco su un autobus in Alabama ed è stata arrestata, per poi diventare il volto di un movimento nazionale per i diritti civili;
  • Maya Angelou: scrittrice simbolo della comunità afroamericana e del movimento americano per i diritti civili;
  • Beyoncé: una delle cantanti più famose di tutto il mondo, impegnata nella lotta femminista e per i diritti dei neri americani;
  • Chloe Kim: la più giovane campionessa olimpionica nella storia dello snowboard;
  • Camila Cabello: cantante impegnata per i diritti dei bambini delle classi sociali svantaggiati e lavora a fianco delle vittime dell’uragano Maria a Porto Rico. Impegnata nella lotta delle femministe e contro gli standard di bellezza misogini;
  • Helene Darroze: chef francese, nominata miglior chef donna del mondo;
  • Ella Fitzgerald: la regina del Jazz impegnata nella lotta al razzismo e nella tutela dei bambini.
Scritto da Chiara Nava
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contentsads.com