Imparare ad avere pazienza

,

Che cos’è la pazienza?

Capacità di perseverare, di perseguire un sogno, di saper aspettare senza perdere le staffe…la pazienza è preziosa nella vita di tutti i giorni, permette di affrontare i mille momenti di attesa nelle giornate o nella vita, con tranquillità.

Come imparare a essere paziente?

L’importante è cercare di non correre e volere tutto subito, devi piuttosto fissarti dei mini-obiettivi molto concreti per affrontare le situazioni che conosci alla perfezione.

>Nelle situazioni di ogni giorno che non dipendono da voi.

In questi casi, per non perdere la pazienza, la parola d’ordine è relativizzare e provare a vedere il lato positivo della situazione.

Una fila d’attesa che si protrae, così, può essere l’occasione per parlare con tuo figlio che ti accompagna fare la spesa, o per osservare com’è vestita la gente che ti circonda.

Advertisements

Se sei per strada, perché non alzare lo sguardo e osservare i luoghi dove ti trovi, dove forse sei passata mille volte, ma che non hai mai guardato per davvero. Ci puoi scommettere, scoprirai un dettaglio che non avevi mai visto. Oppure, potresti scambiare due parole con i tuoi vicini di coda. Anche solo per lamentarti della lentezza della fila, della disorganizzazione… in questo modo potresti creare un’atmosfera più rilassata!

>Se le circostanze ti fanno aspettare.

Tuo figlio che non si muove. Il collega che se la prende con comodo. Il tuo lui che non è mai pronto mentre tu sei fuori e aspetti già da un po’. Una persona anziana che cerca le parole… ci sono innumerevoli occasioni in cui, nonostante tutta la buona volontà e l’affetto che provi per i tuoi cari, vorresti che le cose andassero più rapidamente.

In questi casi, se sai già che perderai la calma, gioca d’anticipo provando a parlare con la persona interessata, spiegandole che non deve irritarsi se, a breve, manifesterai il tuo nervosismo.

Se puoi, trova qualcosa da fare durante l’attesa. Così avrai meno l’impressione d’aver perso il tuo tempo.

>Essere realisti.

Non pensare, quindi, che riuscirai a essere paziente dall’oggi all’indomani. Non credere che, mostrando la sua lentezza alla persona che aspetti regolarmente, questa cambierà atteggiamento. O che tuo figlio non piangerà più la notte.

E poi essere realista, vuol dire anche accettare il fatto che non cambierai partner, che spesso gli eventi non dipendono da te, ma anche che, a volte, è possibile migliorare le cose! Se puoi, quindi, non esitare a proporre delle soluzioni concrete per rendere la situazione più rapida.

Andando avanti passo dopo passo sarai meno attanagliata dalla sensazione di impazienza e pian piano imparerai ad essere più paziente.

Quando le cose non dipendono da te e non puoi fare niente per migliorare la situazione, cerca di rilassarti! Certo, è più facile a dirsi che a farsi, ma è molto utile.

Non devi salvare il mondo, il tuo intervento o la tua impazienza non faranno avanzare le cose più rapidamente, quindi cerca di distrarti e non pensare a ciò che attira la tua attenzione, cerca un’altra occupazione concreta. Quest’atteggiamento sarà molto utile per imparare a tollerare meglio i difetti altrui.

E poi, lo sanno tutti: “La pazienza è la virtù dei forti!”

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Capo della settimana: le Marmont Pump di Gucci

Un gioiello per decorare il vostro décolleté

Leggi anche
  • cibi saniCibi sani di stagione: come perdere peso senza rischi

    I cibi sani permettono di favorire un dimagrimento salutare ed equilibrato.

  • come fare a casa i suffumigi (1)Come fare a casa i suffumigi: consigli utili

    Come fare a casa i suffumigi permette di liberare le vie respiratorie e contrastare i malanni tipici di stagione.

  • stress stagionaleStress stagionale: come superarlo con metodi naturali

    Lo stress stagionale porta a vivere momenti difficili, ma alcuni rimedi naturali sono la giusta soluzione per superarlo.

  • 
    Loading...
  • tricotillomaniaTricotillomania: cos’è, sintomi, cause e rimedi

    Tricotillomania: disturbo ossessivo compulsivo che porta chi ne soffre a strapparsi i capelli e in alcuni casi anche ad ingerirli: scopriamo le cause.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.