Governo, Meloni è pronta al suo primo decreto: ecco di cosa si tratta

Giorgia Meloni dichiara guerra al caro bollette e all'inflazione ecco cosa dovrebbe contare il primo decreto del nuovo governo.

Giorgia Meloni ha fretta di ricevere l’incarico di governo dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Non c’è più tempo da perdere e il caro energia e l’inflazione, hanno bisogno di essere contrastati. Ecco che la leader di Fratelli d’Italia (FdI) pensa già al suo primo decreto.

Governo, Meloni è pronta al suo primo decreto: ecco di cosa si tratta

La misura servirà a stanziare fondi per contrastare il temutissimo caro bollette che sta soffocando milioni di cittadini ed imprese. Al momento la futura premier ha come tesoretto 10 miliardi, altri 10 miliardi arriveranno per il 2023. Si pensa subito ad un decreto paracadute per i morosi e a nuovi bonus. Per quanto riguarda i bonus tornano i 150 euro da destinare a coloro che hanno un ISEE pari o inferiore a 20.000 euro annui.

Questa cifra aiuterebbe “a far respirare” tutti coloro che hanno avvertito il peso eccessivo degli aumenti in bolletta. Si pensa poi alla proroga dei crediti d’imposta e infine, per tutale i morosi, il governo potrebbe decidere di estendere le scadenze dei pagamenti delle bollette in modo tale che non vengano interrotte le forniture di gas ed elettricità.

Dal caro bollette alla lotta all’inflazione

Poi c’è la lotta alla tanto temuta inflazione, che ha raggiunto livelli elevatissimi rispetto agli standard europei.

Le mosse del nuovo governo dovrebbero essere innovare o persino ampliare il taglio del cuneo fiscale confermando lo sgravio fiscale minimo al 2%. Si lavora poi al nuove rottamazioni con uno stralcio delle cartelle fino a 1.000 euro.

9 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Alex Vannux
22/10/2022 15:46

150 € per coloro che hanno un ISEE fino a 20.000 €, mentre tutti gli altri vengono considerati ricchi secondo parametri dettati da politici che incassano 15.000 € al mese pagati da una manciata di contribuenti… come inizio non c’è male …

Davide Zilio
22/10/2022 19:15
Risponde a  Alex Vannux

Questo è il decreto aiuti ter, stilato dal governo Draghi

Dino Farnesi
25/10/2022 16:24
Risponde a  Alex Vannux

Che schifo !!

Steve P.
23/10/2022 8:46

Se uno supera isse per 1 euro non becca nulla. Con 1 euro in più ci sfami un intera famiglia per 1 anno!

Michele
24/10/2022 9:12

Quindi se hai avuto i rincari e hai l’Ise superiore,puoi pagare?Ma gli aumenti non sono dovuti ai vostri errori?

Maria
25/10/2022 15:32

È assurdo! Le coppie di separano per poter usufruire dei bonus .gente che pensa solo a fare figli e stare in panciolle e noi che abbiamo faticato e pagato i contributi prendiamo una miseria al confronto dei tanti bonus che prendono loro .che giustizia è questa .

Ciro
28/10/2022 17:40
Risponde a  Maria

E già si parla di altri condoni e stralci di cartelle!!..insomma questo paese è fatto apposta per evasori, furbetti,malaffari ecc ecc..paese essenzialmente ingiusto..ora più che mai !!

Bruna
29/10/2022 10:45

Tanto pagano solo e sempre i lavoratori dipendenti. Rottamano le cartelle di chi incassa in nero e che magari ha la Ferrari in garage e che sicuramente negli ultimi anni ha usufruito di tutti i bonus possibili.

Elisabetta
30/10/2022 9:34

Aumentate anche la soglia del salario minimo dei lavoratori, che lavorano per un giorno intero per ricevere una miseria.

Leggi anche
  • PensioniCalderone sulle pensioni: “Prendiamo Quota 41 come riferimento”

    La ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Marina Calderone, ha parlato dei prossimi interventi sulle pensioni: a riferimento Quota 41

  • Catherine DahmerCatherine Dahmer: chi era la nonna di Jeffrey Dahmer

    Catherine Dahmer era la nonna di Jeffrey Dahmer, serial killer e cannibale, di cui si è parlato anche nella famosa serie Netflix.

  • Sabrina MinardiVatican Girl: chi è Sabrina Minardi

    Sabrina Minardi è stata legata per ben dieci anni ad Enrico De Pedis, Boss della Banda della Magliana, conosciuto come Renatino.

  • Renatino De PedisVatican Girl: chi è Renatino de Pedis

    Enrico De Pedis, conosciuto come Renatino, è stato il boss della Banda della Magliana, ucciso nel 1990 a Campo de’ Fiori.

Contentsads.com