Giulio Berruti: “Soffro di fibromialgia”

Giulio Berruti ha condiviso con i follower il proprio dramma: ecco cos'è la fibromialgia e come assistere i malati.

Giulio Berruti è un attore, modello e pilota che ha conquistato il pubblico televisivo femminile grazie al ruolo di protagonista che ha ricoperto nella serie televisiva La Figlia di Elisa – Ritorno a Rivombrosa. Di recente l’attore ha rivelato di aver sofferto per moltissimi anni di dolori costanti e di debolezza cronica: soltanto di recente i medici hanno potuto dare un nome alla sua patologia.

Il sostegno dei fan e di moltissimi follower che hanno condiviso con lui le proprie esperienze lo ha aiutato moltissimo a superare i momenti più difficili.

Giulio Berruti: “Credevo di essere pazzo”

Non è facile, soprattutto per un uomo atletico e perfettamente in salute, spiegare ai medici di sentirsi costantemente apatico e privo di forze, in preda a forti dolori muscolari che spesso impediscono di condurre una vita normale.

E’ questa la difficile situazione clinica e soprattutto psicologica con cui Giulio Berruti ha dovuto convivere negli ultimi lunghissimi dodici anni, durante i quali ha tentato ripetutamente di spiegare ai propri medici la natura dei malanni di cui sembrava soffrire senza alcuna causa.

Dopo esami infruttuosi e varie ipotesi che non hanno resistito alla verifica scientifica, i medici hanno appurato che l’attore soffre di fibromialgia, ovvero della stessa patologia da cui è affetta Lady Gaga e a causa della quale la cantante ha dovuto ritirarsi dalle scene per un periodo di tempo piuttosto lungo.

Cos’è la fibromialgia?

La fibromialgia è una patologia cronica che si caratterizza per un dolore duraturo diffuso in tutto il corpo e che apparentemente non ha alcuna causa scatenante.

Per questo motivo è molto complesso eseguire una diagnosi della fibromialgia, che spesso viene attribuita a uno stato depressivo del paziente e dalla sua tendenza a ingigantire piccoli malanni.

La depressione, purtroppo, non è una causa scatenante della fibromialgia ma una sua diretta conseguenza: il paziente lamenta disturbi del sonno e ansia: non riposando adeguatamente è privo delle forze necessarie a pianificare o a portare a termine progetti, quindi si ritrova a essere completamente privo della motivazione per andare avanti.

Il messaggio di Giulio Berruti

Attraverso una serie di storie Instagram Berruti ha raccontato il suo difficile percorso diagnostico:

Soffro di fibromialgia. Mi state scrivendo in tanti e la cosa mi solleva perché per anni sono stato preso per pazzo pure dai medici. Ero convinto di essere tra i pochi ad avere questo disturbo di cui non si conosce la causa, ma siamo tanti. Tenete duro.

Il messaggio dell’attore è quindi rivolto sia a coloro che soffrono effettivamente della patologia sia a coloro che si trovano accanto a persone che lamentano sintomi che possono essere ricondotti alla malattia. La cosa migliore da fare per aiutare i soggetti sofferenti è assolutamente non minimizzare i loro sintomi e non negare la malattia, dal momento che proprio il terrore di non essere presi sul serio induce molti pazienti a non esprimere il proprio disagio, rallentando così la diagnosi della sindrome e la sua cura. Oggi le condizioni di Berruti stanno migliorando, dal momento che finalmente l’attore ha cominciato una terapia mirata alla gestione del suo stato, che comunque non potrà essere guarito per il resto della sua vita.


Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Giortì, tutto sul nuovo programma di Maria De Filippi

Giorgio Manetti convive con la fidanzata: “Lei mi rende felice”

Leggi anche
  • israele cosa sta succedendoCosa sta succedendo in Israele?

    Nuova escalation di scontri tra Israele e Palestina che oppongono manifestanti palestinesi e forze dell’ordine israeliane dopo gli sfratti da Sheikh Jarrah.

  • Crossdressing uomini eteroCrossdressing, perché uomini etero si sentono bene con abiti femminili

    L’abbigliamento è sempre più gender fluid e uomini etero che preferiscono vestirsi da donna ne sono l’esempio, sono i crossdresser.

  • Gender fluid chi sonoGenerazione Z, gender fluid e sognatrice: chi sono gli adolescenti oggi

    Sono impauriti dal futuro ma non si tirano indietro e cercano di cambiare il mondo: chi sono i ragazzi della Generazione Z?

  • mamme donne realizzateNon è vero che le donne si sentono realizzate solo con la maternità

    Le donne solo se mamme, secondo l’opinabile parere dell’europarlamentare Antonio Tajani, acquisirebbero la loro realizzazione.

Contents.media