Donna lapidata finisce in ospedale

Trieste, camposanto di S. Anna: è il 29 giugno 2014 quando una nonna accompagnata dalla nipotina è in visita ad una persona cara.
In pochi minuti la follia dilaga: una altra donna ed un uomo, senza motivi comprensibili, iniziano a coprire la nonna di 56 anni di insulti, offese e minacce di morte.

E dagli improperi verbali alla violenza vera e propria il passo è stato breve; l’uomo, infatti, fuori di sè, raccoglie da terra una pesante pietra e la scaglia in direzione della malcapitata.
La signora, spaventata, riusce a scansare il masso per miracolo, fuggendo con la nipotina verso l’ingresso del cimitero.
A nulla è valso l’intervento di una pattuglia della Squadra volante giunta sul posto poco dopo poiche i due ignoti ” lapidatori” frattanto si erano già dileguati.

In comprensibile stato di choc, le due vittime sono state immediatamente condotte all’ospedale di Cattinara.
Le ragioni di una aggressione così violenta,barbara ed ingiustificabile rimangono ancora oggi ignote.

Scritto da Stefania Roin
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Moda: Pitti bimbi

Come scegliere la propria collana

Leggi anche
  • tokyo 2020 parità di genereOlimpiadi di Tokyo 2020: i giochi della parità di genere

    Un nuovo record, prima dell’inizio, per le Olimpiadi del 2021: l’edizione di Tokyo 2020 raggiunge la parità di genere fra atlete ed atleti.

  • barbie olimpiadi tokyo 2020Barbie va alle Olimpiadi di Tokyo 2020 e veste Armani

    Ci saranno anche tre Barbie alle Olimpiadi di Tokyo 2020 insieme agli atleti azzurri. Finiti i giochi olimpici, saranno messe all’asta per beneficienza.

  • muore ragazza con malattia benjamin buttonMuore ragazza con la malattia di Benjamin Button

    Morta la bambina affetta dalla sindrome di Benjamin Button.

  • test sette animaliScopri chi sei con il test dei sette animali

    Guarda l’immagine per qualche secondo e scopri insieme a noi quali tratti ti contraddistinguono. Ad ogni animale il suo set di caratteristiche. Potresti scoprire cose che non sai tu di te.

Contents.media