Donna lapidata finisce in ospedale

Trieste, camposanto di S. Anna: è il 29 giugno 2014 quando una nonna accompagnata dalla nipotina è in visita ad una persona cara.
In pochi minuti la follia dilaga: una altra donna ed un uomo, senza motivi comprensibili, iniziano a coprire la nonna di 56 anni di insulti, offese e minacce di morte.

E dagli improperi verbali alla violenza vera e propria il passo è stato breve; l’uomo, infatti, fuori di sè, raccoglie da terra una pesante pietra e la scaglia in direzione della malcapitata.
La signora, spaventata, riusce a scansare il masso per miracolo, fuggendo con la nipotina verso l’ingresso del cimitero.
A nulla è valso l’intervento di una pattuglia della Squadra volante giunta sul posto poco dopo poiche i due ignoti ” lapidatori” frattanto si erano già dileguati.

In comprensibile stato di choc, le due vittime sono state immediatamente condotte all’ospedale di Cattinara.
Le ragioni di una aggressione così violenta,barbara ed ingiustificabile rimangono ancora oggi ignote.

Scritto da Stefania Roin
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Moda: Pitti bimbi

Come scegliere la propria collana

Leggi anche
  • Crossdressing uomini eteroCrossdressing, perché uomini etero si sentono bene con abiti femminili

    L’abbigliamento è sempre più gender fluid e uomini etero che preferiscono vestirsi da donna ne sono l’esempio, sono i crossdresser.

  • Gender fluid chi sonoGenerazione Z, gender fluid e sognatrice: chi sono gli adolescenti oggi

    Sono impauriti dal futuro ma non si tirano indietro e cercano di cambiare il mondo: chi sono i ragazzi della Generazione Z?

  • mamme donne realizzateNon è vero che le donne si sentono realizzate solo con la maternità

    Le donne solo se mamme, secondo l’opinabile parere dell’europarlamentare Antonio Tajani, acquisirebbero la loro realizzazione.

  • astrazeneca donneAstrazeneca, Antonella Viola: “Non per le donne sotto i 60 anni, è rischioso”

    Il dibattito sulla differenza di genere rimane aperto anche in tema vaccini dopo il parere dell’immunologa Antonella Viola secondo cui Astrazeneca non andrebbe somministrato sulle donne al di sotto dei sessant’anni.

Contents.media