Chi è Christoph Waltz: tutto sull’attore austriaco

Christoph Waltz e il percorso nel mondo del cinema dai successi nazionali al Premio Oscar.

Con una lunga filmografia e una serie di premi alle spalle, Christoph Waltz è passato da essere un attore conosciuto solo a livello nazionale, ad essere scelto da grandi registi e ottenere successo ad Hollywood. Scopriamo la sua storia dagli esordi ai progetti del nuovo millennio.

Chi è Christoph Waltz

Christoph Waltz nato il 4 ottobre del 1956 a Vienna è un attore austriaco con anche cittadinanza tedesca. I genitori sono infatti migrati dalla Germania e lavorano come scenografi entrambi, trasmettendo la passione per la recitazione anche al piccolo Christoph. Inizia a frequentare corsi di canto ma anche di recitazione per poi iscriversi al Lee Strasberg Theatre and Film Institute a New York dove inizia anche ad inserirsi gradualmente in tv e teatro.

Esordisce sul grande schermo nel 1981 con “Kopfstand” seguito da altri progetti cinematografici minori. Si ricordano per esempio “Feuer und Schwer – Die Legende von Tristan und Isolde”, di Veith von Furstenberg o “Wahnfried” di Peter Patzak per ottenere poi più successo nel 1988 con “Più veloce della luce” di Nicolas Gessner.

Chi è Christoph Waltz

Christoph Waltz e l’esordio nel cinema

Con l’arrivo degli anni ’90 aumentano le parti che gli vengono assegnate. Recita in film come “Vita per vita – Padre Kolbe” o “St. Petri Schnee”. Prosegue poi nel decennio successivo con progetti nazionali come “Un perfetto criminale”, di Thaddeus O’Sullivan, seguito poi dal film di Peter Keglevic “Falling Rocks”. Non mancano poi progetti anche per il piccolo schermo come film e serie tv tra cui “Tatort” e “Ten – Omicidi in serie”. 

Nel 2009 svolta la sua carriera diventando ufficialmente un attore di fama internazionale. Ottiene infatti la parte di Hans Landa, un esponente delle SS alla ricerca di ebrei, nel film “Bastardi senza gloria” del grande Quentin Tarantino. In questo film l’attore recita in quattro diverse lingue parlando inglese, tedesco, francese ed italiano guadagnandosi il Premio Oscar come migliore attore non protagonista e numerosi altri riconoscimenti tra cui un Golden Globe e un Bafta. 

Chi è Christoph Waltz

Il successo di Christoph Waltz

Diventato ora un attore di successo partecipa a numerosi progetti importanti ad Hollywood come per esempio “The Green Hornet” o “Come l’acqua per gli elefanti” del regista Francis Lawrance. Lavora poi con Roman Polanski per film come “Carnage” o “I tre moschettieri” e nuovamente con Tarantino per il film “Django Unchained” a fianco di Leonardo Di Caprio. Ottiene nuovamente il Premio Oscar come migliore attore non protagonista nonchè un Bafta e un Golden Globe. 

Prende parte nel corso degli anni ’10 a numerosi altri progetti di successo tra cui la commedia “Come ammazzare il capo… e vivere felici”, “Muppets 2 – Ricercati” e “Big Eyes”, il film di Tim Burton che gli permette di ottenere una candidatura ai Golden Globe. Nel 2015 entra a far parte del cast di James Bond ottenendo la parte di Franz Oberhauser in “Spectre”.

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Kelly McGillis: com’è oggi la star di Top Gun

Barbie vola nello spazio e diventa Samantha Cristoforetti

Leggi anche
  • Chi era Bela LugosiChi era Bela Lugosi: storia dell’attore ungherese

    Storia di Bela Lugosi, l’attore ungherese diventato un vero divo del genere horror.

  • Jennifer Gates chi èChi è Jennifer Gates: vita privata e carriera della figlia di Bill Gates

    Jennifer Gates è la primogenita di Bill Gates e Melinda French Gates. Durante gli studi per specializzarsi in pediatria ha sposato il fantino Nayel Nassar.

  • the challenge film spazioThe Challenge: tutto sul film girato interamente nello spazio

    Il turismo spaziale è già una realtà e a questo sta per aggiungersi anche il cinema: The Challenge è il primo film girato nello spazio.

  • Chi era Umberto BoccioniChi era Umberto Boccioni: tutto sull’artista del XX secolo

    Storia di Umberto Boccioni, pittore e scultore del futurismo italiano del XX secolo.

Contents.media