Chi è Bong Joon-ho, il presidente di giuria della Mostra di Venezia

Chi è Bong Joon-ho: dagli studi di sociologia alle quattro statuette Oscar nel 2020 per il lungometraggio "Parasite".

Una carriera pluripremiata, quella alle spalle del regista sudcoreano Bong Joon-ho che sarà il prossimo presidente di giuria alla Mostra di Venezia 2021.

Chi è Bong Joon-ho

Il regista Bong Joon-ho nasce a Taegu, in Corea del Sud, il 14 settembre 1969, figlio di un famoso designer.

Anche il figlio decide di intraprendere gli studi universitari, ma in tutt’altro campo. Bong infatti si iscrive all’Università privata mista Yonsei per dedicarsi agli studi di sociologia. Proprio ad essi è dovuto l’impegno e la presenza di tematiche sociali in molti dei film di Joon-ho.

Sin da giovane coltiva una grande passione per il cinema. Esordisce alla regia solamente nel 2000 con il film Barking Dogs Never Bite del quale è anche sceneggiatore.

È soprattutto tre anni dopo però che si impone all’attenzione internazionale nell’ambito cinematografico grazie al lungometraggio Memories of Murder, conosciuto in Italia come Memorie di un assassino e ispirato alla storia vera del primo serial killer sudcoreano. Un poliziesco che ha avuto grandissimo successo in patria, ma che ha permesso al regista Joon-ho di vincere anche numerosi premi tra i quali anche uno al Torino Film Festival.

Ulteriori successi di regia saranno i film The Host, uscito nel 2006 e Madre nel 2009, che affermeranno il regista come uno dei migliori sulla scena cinematografica.

Nel 2013 approda per la prima volta alla regia in inglese con il lungometraggio Snowpiercer, seguito da Okja nel 2017 e distribuito dalla piattaforma di streaming Netflix.

Il 2019 è un anno importante per Bong Joon-ho, che presenta alla 72ª edizione del Festival di Cannes il suo film Parasite. La pellicola si aggiudica svariati premi, ponendo ancora più in risalto la bravura del suo regista. Palma d’oro, Golden Globe, BAFTA e ben quattro statuette ai premi Oscar 2020 tra cui quelli al miglior film, miglior regista, migliore sceneggiatura originale.

Boong Joon-ho Venezia

Nel 2021 è stato annunciato che Bong Joon-ho rivestirà il prestigioso ruolo di presidente di giuria per la Mostra di Venezia che si tiene a settembre dello stesso anno. Toccherà quindi al famoso regista sudcoreano presiedere all’assegnazione di prestigiosi premi nel mondo dello spettacolo, tra cui il Leone d’oro. Joon-ho si è detto entusiasta di svolgere questo ruolo durante la 78esima edizione della Mostra: è la prima volta che è presidente un coreano.

Curiosità e vita privata

Una curiosità sul regista sudcoreano Bong Joon-ho. Durante la vittoria della Palma d’oro ha Cannes ha espresso un desiderio alquanto singolare: voler incontrare il cantante italiano Gianni Morandi. In ginocchio da te, uno dei brani più famosi del cantautore, è infatti stato scelto da Joon-ho come colonna sonora per il suo pluripremiato film Parasite. Oltre a Gianni Morandi, il regista ha dichiarato come suoi idoli i colleghi registi Quentin Tarantino e Martin Scorsese.

Scritto da Megghi Pucciarelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • La Casa di Carta Corea NetflixLa Casa di Carta Corea Parte 2: il cast della serie-tv

    È in arrivo su Netflix la seconda parte dedicata alla squadra di ladri più seguita dell’ultimo periodo: La Casa di Carta Corea è in arrivo su Netflix

  • Mediaset NataleProgrammazione Mediaset Natale 2022: cosa vedere a dicembre in tv

    Tante novità in arrivo su Mediaset per dicembre 2022. Scopriamole.

  • Insieme dopo la morteInsieme dopo la morte: trama, cast e spiegazione finale del film

    Insieme dopo la morte è un film di genere thriller soprannaturale.

  • La Casa di Carta Corea 2 NetflixLa Casa di Carta Corea 2: la data di uscita ufficiale

    Netflix ha annunciato la data ufficiale d’uscita dei nuovi episodi della serie più attesa del momento: La Casa di Carta Corea 2 arriva il 9 dicembre 2022

Contentsads.com