Gli abiti brutti più famosi indossati dalle star: le foto

A volte è molto facile varcare il confine tra estrosità e cattivo gusto. Ne sono una prova alcuni abiti scelti dalle star.

Per farsi ricordare basta davvero poco, come un abito sbagliato indossato per l’occasione sbagliata. Per questo è importante seguire alcuni consigli di stile e buon gusto. Lo sanno bene le star che negli anni hanno fatto scandalo per qualche dettaglio di troppo o qualcosa troppo in vista.

Scopriamo quali sono gli abiti più famosi che hanno fatto scalpore, occupando pagine e pagine di gossip.

Gli abiti brutti più famosi

La storia della moda lo insegna: se vuoi farti notare, anche solo un dettaglio fuori posto può bastare. Ma siamo sicuri che valga davvero la pena attirare l’attenzione per i motivi sbagliati? Oppure per colpa di un abito che ci sta proprio male?

Se infatti possiamo perdonare un’iconica Cher e una provocante Madonna, per i loro abiti da scena, che hanno certamente attirato l’attenzione, ma hanno anche in qualche modo espresso l’originalità di chi li indossava, il confine tra buongusto e il famoso “trash” è molto labile.

Ecco quindi chi sono le star che, forse, avrebbero dovuto porsi qualche domanda prima di sfilare per esempio sul red carpet.

abiti brutti famosi

Jayne Mansfield e le perplessità di Sophia Loren

Era il 1957 quando l’attrice americana Jayne Mansfield scandalizzò una sobria Sophia Loren (e l’opinione pubblica) durante una cena in suo onore, in occasione del debutto nello star system hollywoodiano. Famosissimo è infatti lo scatto che ritrae una Sophia Loren perplessa alla vista della scollatura a dir poco vertiginosa della collega, così vertiginosa da lasciare intravedere un capezzolo. Pare che la Mansfield non fosse nuova a questo genere di incidenti, più o meno volontari, per attirare l’attenzione dei fotografi.

abiti brutti famosi

Quando Rose McGowan sfidò il buongusto

Tra gli abiti brutti più famosi, non si può non menzionare quello indossato nel 1998 da Rose McGowan, quando accompagnò il cantante Marilyn Manson, con cui allora era fidanzata, agli MTV Video Music Awards. Se il suo obiettivo era farsi notare ci riuscì sicuramente, ma era davvero necessario? Ciò che ci si chiede ancora oggi guardando gli scatti dell’evento, comunque, è che tempo facesse realmente a Los Angeles visto che l’interprete di “Personal Jesus” indossava un colletto di pelo e pesanti anfibi, mentre l’attrice era vestita con un abito che se davanti era trasparente, nella parte posteriore era tenuto insieme solo da una serie di fili luccicanti che partivano dalla parte inferiore della schiena.

abiti brutti famosi

Abiti brutti famosi: non solo nudità

Per farsi ricordare (per fortuna) non è necessario mostrare più del dovuto. Spesso però, troppi dettagli rischiano di trasformare un abito estroso in un abito brutto. Anche in questo caso, gli abiti sfoggiati dalle star in diverse occasioni, non ci deludono. Come quello a forma di cigno che la cantante Björk ha sfoggiato nel 2001. Simpatico, ma con qualche dettaglio fuori posto, come il reggiseno in pizzo color carne in vista o la calzamaglia un po’ troppo larga.

abiti brutti famosi

Lizzy Gardiner in American Express Gold

Uno degli abiti più chiacchierati degli Oscar è stato indossato da una costumista di Hollywood nel 1995. Lizzy Gardiner si presentò infatti sul red carpet vestita interamente con carte di credito American Express Gold scadute. L’abito era stato originariamente pensato per essere uno dei costumi di “Priscilla – La regina del deserto”, ma per essere ripreso aveva bisogno del consenso dell’American Express, che lo negò. Arte del riciclo oppure ostentazione?

abiti brutti famosi

Rihanna e l’abito da meme

Rihanna è una delle pop star più amate sui social. Proprio il popolo di Internet si è scatenato nel generare meme divertenti sull’abito indossato ai Met Gala nel 2015. Si tratta di un abito molto vistoso, per il lungo strascico, per il bordo in pelliccia e per il colore. Un giallo molto acceso, in contrasto con la sua bellissima carnagione. Colore e forma del vestito hanno appunto ispirato gli utenti a creare i fotomontaggi più fantasiosi, tra frittate e pizze giganti.

abiti brutti famosi

Scritto da Arianna Giago
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Anjali Sud, la businesswoman americana CEO di Vimeo

Tecnologia Sucrosomiale®: che cos’è e quali sono le applicazioni

Leggi anche
Contents.media