Tecnologia Sucrosomiale®: che cos’è e quali sono le applicazioni

La Tecnologia Sucrosomiale® è una tecnologia innovativa e brevettata che favorisce l’assorbimento di alcuni nutrienti, tra cui il ferro, da parte dell’organismo.

Alcuni nutrienti essenziali, come per esempio il ferro, per essere correttamente assorbiti dal nostro organismo necessitano di particolari accorgimenti. La Tecnologia Sucrosomiale®, progettata e brevettata da PharmaNutra, promuove l’assorbimento di alcuni nutrimenti essenziali, tra cui il ferro (Ferro Sucrosomiale®), e ne migliora la tollerabilità gastrointestinale.

Che cos’è la Tecnologia Sucrosomiale®?

La Tecnologia Sucrosomiale® è stata ideata da PharmaNutra per trasportare, proteggere e promuovere l’assorbimento di alcuni minerali e nutrienti essenziali per l’organismo umano come il selenio, lo zinco, il calcio, il magnesio, lo iodio e, soprattutto, il ferro. Quest’ultimo elemento, in particolare, se presente all’interno di integratori alimentari o rimedi utili per contrastare la carenza di ferro, può risultare di difficile assorbimento e può causare perfino l’irritazione della mucosa dello stomaco e dell’intestino.

Il nome di questa speciale tecnologia deriva dal Sucrosoma® ovvero il complesso di sostanze che circondano il nutriente, lo preservano dall’azione di sostanze esterne, lo trasportano e ne favoriscono l’assorbimento a livello della mucosa dell’intestino. La Tecnologia Sucrosomiale® è quindi uno strumento adatto per realizzare complementi nutrizionali da utilizzare in caso di aumentato fabbisogno fisiologico o di eventuali carenze di alcuni minerali preziosi per la salute dell’organismo.

Ferro Sucrosomiale®: una tecnologia innovativa applicata agli integratori di ferro

Il ferro è un elemento molto importante per il nostro organismo. Oltre a intervenire nella formazione dell’emoglobina e della mioglobina, il ferro supporta le difese immunitarie, la crescita dei bambini e degli adolescenti ed è un elemento fondamentale anche per il benessere del sistema nervoso.

Il nostro organismo accumula le sue riserve di ferro fin dagli ultimi mesi prima della nascita e per tutta la vita assorbe dalla dieta il ferro necessario per le normali funzioni fisiologiche. Sia gli alimenti di origine animale che quelli di origine vegetale sono ricchi di ferro. I primi, in particolare, sono ricchi di ferro eme, un tipo di ferro legato alle porfirine e presente nell’emoglobina e nella mioglobina dei tessuti muscolari dell’animale. Il ferro eme (detto anche ferro organico) viene assorbito dal nostro organismo più facilmente rispetto al ferro non eme (detto anche ferro inorganico), che invece è tipicamente contenuto negli alimenti di origine vegetale.

Il nostro organismo umano assorbe il ferro nell’intestino, più precisamente a livello del duodeno. Una parte del ferro assorbito attraverso la dieta si lega alla ferritina, proteina che costituisce il principale deposito di ferro nelle cellule (soprattutto a livello del fegato, della milza e del midollo osseo), mentre un’altra quota di ferro si lega alla transferrina e viene portato ai vari tessuti dell’organismo.

Generalmente gli integratori alimentari contengono ferro inorganico (ferro non eme). Come detto in precedenza il ferro inorganico viene assorbito con più difficoltà dal nostro organismo rispetto al ferro organico (ferro eme). Inoltre grandi quantità di ferro inorganico libere possono irritare la mucosa gastrica e generare alcuni fastidi tipici dell’assunzione di ferro come, per esempio, difficoltà digestive e senso di pesantezza. Anche il gusto metallico del ferro può risultare sgradevole e renderne difficile la somministrazione, soprattutto ai bambini. La Tecnologia Sucrosomiale®, oltre che migliorare l’assorbimento del ferro, permette di superare questi fastidi e di migliorare la compliance .

La Tecnologia Sucrosomiale® applicata al ferro

Quando la Tecnologia Sucrosomiale® viene applicata al ferro si parla di Ferro Sucrosomiale®. Gli integratori alimentari della gamma SiderAL® contengono nello specifico il Ferro Sucrosomiale® (Sideral® r.m.), un preparato a base di pirofosfato ferrico protetto da una matrice fosfolipidica avvolta da una seconda matrice di sucrestere.

La matrice di sucrestere, in particolare, protegge il ferro dall’ambiente acido dello stomaco e ne favorisce un più agevole rilascio nell’intestino. Inoltre, come accennato in precedenza, la Tecnologia Sucrosomiale® permette di evitare alcuni tipici fastidi che sono normalmente associati alla somministrazione del ferro convenzionale come per esempio il gusto sgradevole e metallico, la difficoltà digestiva e l’irritazione della mucosa gastrica. Migliorando in particolare il gusto del ferro, la Tecnologia Sucrosomiale® favorisce l’assunzione di questo importante nutriente anche nei bambini.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Gli abiti brutti più famosi indossati dalle star: le foto

Chi è Tashnuva Anan Shishir, la conduttrice transgender bangladese

Leggi anche
  • caffè vantaggi benefici rischi bialettiBenefici e rischi del caffè

    Il caffè ha più benefici o più rischi per la salute? La risposta va cercata nelle proprietà della sua componente più presente e famosa, la caffeina.

  • 1 12460-Dormire beneL’importanza di dormire bene: quali sono i benefici

    Stando a quanto rilevato da una ricerca condotta dalla Colombia University, “una durata ridotta del sollo può avere un ruolo nell’eziologia della depressione”.

  • dimagrimentoDimagrimento localizzato per la pancia: come fare

    Per un dimagrimento che sia localizzato nella zona della pancia, una buona dieta ed esercizi mirati permettono di ottenere ottimi risultati.

  • massaggiatori anticelluliteMassaggiatori anticellulite: quali sono i migliori alleati tecnologici

    Con i massaggiatori anticellulite adeguati, una dieta sana e il costante esercizio, la pelle a buccia d’arancia sarà solo un lontano ricordo.

Contents.media