Los Locos: il duo più iconico della musica latino americana

Los Locos, il duo di musica latino americana nato negli anni '90, ha dato vita a singoli ancora oggi cantanti, ma soprattutto ballati: scopriamoli insieme!

Los Locos, Roberto Boribello e Paolo Franchetto, hanno fatto la storia della musica latino americana: vi dice niente Macarena ed El Meneaito? Impossibile dimenticarne il successo!

La coppia è ospite a Oggi è un altro giorno di Serena Bortone nella puntata di giovedì 13 ottbre 2022.

Los Locos: tutto sul duo musicale della Macarena

Il duo di musica latino americana Los Locos nasce in provincia di Vicenza ed è composto da Roberto Boribello detto “Borillo” (classe 1961) e Paolo Franchetto (classe 1965).

I due si incontrano per la prima volta nel 1982 grazie a un amico in comune, Cocco Mariano, cugino di Borillo e impegnato musicalmente con entrambi gli artisti. Sin da subito tra di loro nasce una fortissima intesa artistica che li porta a cominciare a sperimentare musica insieme.

Dopo diversi provini andati male, finalmente nel 1986 avviene la svolta: una loro cassetta finisce sulla scrivania di Vittorio Salvetti (patron del Festivalbar) che rimane affascinato e particolarmente colpito da una delle loro canzoni, ritenendola perfetta per il disco verde, la sezione giovani del Festitval musicale.

Per quell’occasione il duo sceglie il nome Public Relation e dopo l’esperienza del Festivalbar hanno l’opportunità di conoscere Giancarlo Trombetti, produttore bolognese molto conosciuto, con il quale riusciranno a dare vita al loro primo 45 giri Say.

La canzone che diede il nome al disco diventa anche sigla ufficiale del programma tv Help, in onda su Canale 5 e condotto da Umberto Smaila e Fabrizia Carminati.

Dopo diverse peripezie, allontanamenti, periodi da solista e un nuovo album chiamato Borillo uscito in Germania, per Boribello e Franchetto arrivano finalmente gli anni ’90, il loro periodo di ascesa al successo come Los Locos.

A suggerire il nome che li ha resi famosi è stato il discografico Pippo Landro della New Music di Milano. Il significato letterale del nome è “I Pazzi” e ben si addiceva, secondo Landro, al carattere dirompente del duo, sempre in cerca di nuove avventure. Pensate che la loro prima canzone come Los Locos nacque quasi per gioco; il titolo è Porompompero e chiunque, almeno una volta nella vita, ha avuto modo di ascoltarla.

Il primo album firmato come Los Locos arriva nel 1992 e si chiama Mambo Mix: fu talmente un successo da arrivare al quarto posto degli album più venduti in Italia, oltre a essere anche distribuito all’estero tra Messico, Canada e tanti altri.

Tra i più grandi successi dei Los Locos però si ricordano, senza ombra di dubbio: Macarena (cover del celebre brano dei Los Del Rio), El Meneaito, Tic Tic Tac, La vuelta, El tiburon, Mueve la colita e moltissimi altri.

Sapevate che il duo vicentino ha anche inciso la sigla Ai Ai Ai delle prime stagioni di Un medico in famgilia?

Dopo un periodo di pausa Los Locos sono tornati in radio con il singolo Fica Tudo bem e lo hanno fatto attraverso tali parole:

Per noi questo singolo rappresenta il ritorno alla casa madre, perché la New Music International nella persona di Pippo Landro, è stata un vero e proprio sodalizio anche dal punto di vista umano.

Nel 2021 pubblicano That Boy, mentre nell’estate 2022 riprendono la loro attività live nelle piazze sia italiane, sia internazionali.

Giovedì 13 ottobre 2022 sono ospiti di Oggi è un altro giorno, format di Rai 2 condotto da Serena Bortone.

Vita privata dei Los Locos

La vita sentimentale del duo della Macarena è stata caratterizzata da divorzi e avvenimenti abbastanza movimentata. Entrambi, infatti, hanno affrontato un divorzio dalle rispettive mogli e vivono a metà tra l’Italia e l’America Latina.

Paolo Franchetto vive stabilmente nella Repubblica Dominicana, mentre Roby Boribello si divide tra Italia e Messico. Quest’ultimo è padre di due figli: Giulia (1984) ora coreografa e ballerine professionista e Andrea (1990) che invece ha deciso di seguire le orme del padre dedicandosi alla musica. Nonostante la laurea in ingegneria, dunque, si è voluto dedicare alla strada da deejay, diventando anche produttore con lo pseudonimo di Andryx.

Scritto da Marta Mancosu
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com