Lo spot dell’anno lancia la chirurgia estetica virtuale

Anche questo è un format.

Il filmato che si vede in alto è infatti divenuto un modello imitatissimo, adattato sopratutto in chiave parodistica.

E' lo spot Evolution della Dove, ideato dalla sede canadese dell'agenzia Ogilvy & Mather e premiato sabato scorso come migliore reclame nella categoria Film al 54.mo Festival Internazionale della Pubblicità di Cannes.

Brillante metafora virtuale della chirurgia estetica, spiega il vero segreto della bellezza dimostrando quanto sono artefatti i canoni estetici trasmessi dalla pubblicità.

Lo spot nasce su Youtube prima che in Tv. E su Youtube è divenuto il fenomeno virale dell'anno e continua a generare proseliti.

La parabola dell'"evolution" estetica è stata reinventata in decine di modi.

In questo video, una signora poco avvenente beneficia della chirurgia virtuale di Photoshop;

qui invece un ragazzo segue il percorso inverso e si trasforma in uno sgradevole anziano;

in questo una modella di Playboy viene rielaborata prima di andare in copertina;  

in quest'altro un uomo diventa una ragazza;

e in quest'ultimo, la modella originale dello spot riserva una metamorfosi a sorpresa nel finale…

Scritto da Style24.it Unit
Categorie TV
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Valeria GraciValeria Graci: chi è, vita privata, lavoro e amore

    Valeria Graci è una comica che ha esordito insieme a Katia Follesa a Zelig, un divertentissimo duo che dopo molti anni ha deciso di dirsi addio. 


  • Gianluca GazzoliGianluca Gazzoli, chi è: vita privata e carriera

    Gianluca Gazzoli è un giovane conduttore radiofonico, che lavora per Radio Deejay.

  • Reazione a catenaI Monelli di Reazione a Catena: chi sono e da dove vengono

    I Monelli di Reazione a Catena vincono quattro volte e arrivano a una somma elevatissima: scopriamo chi sono e da dove provengono

  • Vacanze ai CaraibiVacanze ai Caraibi: trama e cast

    Vacanze ai Caraibi è una pellicola italiana diretta da Neri Parenti, con Christian De Sica e Massimo Ghini.

Contents.media