Chi era Gigi Proietti: tutto sull’attore italiano

Chi era Gigi Proietti: dal teatro alla televisione al cinema creando negli anni un pubblico sempre più fedele.

Con “A me gli occhi, please” ha introdotto un nuovo modo di intendere il teatro. Con numerose repliche e oltre 500.000 persone nel pubblico, Gigi Proietti è diventato uno dei più bravi artisti sul palcoscenico. Dalla musica, la recitazione a teatro alle comparse al cinema può vantare ormai quasi 60 anni di esibizioni.

Chi era Gigi Proietti

Gigi Proietti, all’anagrafe Luigi Proietti (Roma, 2 novembre 1940 – 2 novembre 2020), è stato un attore, comico, conduttore televisivo, regista e molto altro.

Dopo alcuni anni in gioventù a dedicarsi alla musica si iscrive anche al Centro Teatro Ateneo dove impara da insegnanti del calibro di Giulietta Masina e Arnoldo Foà. Lascia la facoltà di giurisprudenza perchè tra gli esami, i corsi di teatro di giorno e la musica la sera sente di non poter terminare la scuola.

Si iscrive quindi poi a un corso di mimica nel Centro Universitario Teatrale e inizia ad entrare nel vivo del teatro collaborando con il Gruppo Sperimentale 101.

Chi è Gigi Proietti

Tra teatro, cinema e televisione

Negli anni ‘6o inizia ad essere ingaggiato anche per ruoli nei primi film come ne “Lo scatenato” o “Una ragazza piuttosto complicata” e nella televisione. Qui ottiene alcuni ruoli più o meno importanti, ma incontra personaggi come Lucio Battisti, che denotano la giusta direzione verso il successo.

Tuttavia il primo, inaspettato successo arriva nel 1970, quando viene improvvisamente chiamato a sostituire Domenico Modugno nella commedia musicale “Alleluja brava gente”.

Negli anni seguenti si trova spesso a interpretare ruoli che lo mettono alla prova in solitaria sul palco. Qui ha modo di sperimentare la sua vena di monologhista, imitatore, ma anche cantante e ballerino. Raggiunge grandissimo successo e riempie numerosi teatri e palazzetti facendosi complimentare addirittura dal regista Federico Fellini.

chi è gigi proietti

Il successo sul piccolo schermo

Nel 1992 inizia a ottenere un consistente successo con le serie “Un figlio a metà” e nella sitcom “Italian Restaurant” con Nancy Brilli. Diventa però noto a tutto il pubblico con il suo ruolo in “Il maresciallo Rocca” in cui interpreta un vedovo maresciallo di Viterbo. La serie riceve grandissimo appoggio al lancio su Rai2 registrando 16 milioni di spettatori al finale di stagione. Dopo il grande successo, il palinsesto gli affida la conduzione dello spettacolo di Capodanno trasmesso su Rai 1 per lanciare l’arrivo del nuovo millennio.

Per diversi anni interrompe il lavoro in televisione per dedicarsi nuovamente al teatro. Intorno al 2010 torna al cinema con commedie italiane quali “Box Office 3D” con Ezio Greggio o “Ma tu di che segno 6?” accompagnato da Massimo Boldi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi era Luchino Visconti: tutto sul regista neorealista

Come lavare il piumino in lavatrice senza rovinarlo: i consigli

Leggi anche
  • Chi era Ettore ScolaChi era Ettore Scola: storia del regista italiano

    Amato e premiato per avere realizzato grandi pellicole come “C’eravamo tanto amati”, ecco la storia di Ettore Scola.

  • Chi era James Matthew BarrieChi era James Matthew Barrie: tutto sul padre di Peter Pan

    James Matthew Barrie si è fatto conoscere per aver scritto uno dei romanzi più amati di sempre: Peter e Wendy.

  • Chi era Saul BassChi era Saul Bass: vita dell’illustratore statunitense

    Resosi famoso per i suoi poster cinematografici, Saul Bass ha attuato una vera e propria rivoluzione del cinema in questo settore.

  • Chi era Paul GauguinChi era Paul Gauguin: storia del pittore francese

    Conosciuto oggi specialmente per le opere realizzate negli ultimi anni della sua vita in Polinesia, Paul Gauguin è uno dei pittori francesi più amati.

Contents.media