Notizie.it logo

Estate 2019, uomini pelosi contro depilati: chi vince?

uomini pelosi depilati

L’estate è arrivata e i social sono un tripudio di maschietti che sfoggiano mesi e mesi di palestra. Tra pelosi e depilati chi vince la sfida?

L’estate 2019 è finalmente arrivata e i social sono un tripudio di donne che sfoggiano mesi e mesi di palestra, ma anche i maschietti non sono da meno. Tra loro, abbiamo i fan della depilazione, possibilmente totale, e quelli che non hanno nessuna intenzione di abbandonare i peli. Chi vince la sfida? Le donne preferiscono l’uomo perfettamente glabro o quello in stile yeti?

Uomini pelosi contro depilati

L’estate 2019, così come avviene ogni anno, ha portato con sé numerose sfide. Una di queste riguarda gli uomini e porta avanti un solo quesito: meglio i depilati o i pelosi? Pare che anche questa volta ad avere la meglio siano i maniaci dell’estetica, ovvero quelli che odiano avere sul proprio corpo anche un solo pelo. Da quando andare dall’estetista non è più prerogativa solo delle donne, anche la virilità non è più rilegata ad un petto ‘villoso’.

Che si faccia parte dei fan del pelo o della pelle liscia ‘come il culetto di un bambino’, non c’è alcuna differenza. Un tempo, gli uomini che si votavano alla depilazione erano per lo più sportivi, mentre oggi non è più così. C’è chi decide di farlo perché crede che sia più igienico, chi per stare meglio con se stessi e chi, invece, per mettere in mostra il corpo statuario. Secondo una ricerca condotta dal Centro Studi Dermal Institute di Bologna, così come riporta Donna, su uno studio condotto su 100 estetisti a vincere la sfida tra pelosi e depilati sono proprio questi ultimi. Il 37% degli intervistati ha ammesso di ricorrere alla depilazione per un vero e proprio desiderio di evidenziare un fisico statuario, il 25%, invece, sostiene che sia un modo per stare meglio con se stessi e con gli altri, il 16% porta avanti questioni legate all’igiene personale e il 10% lo fa per la pratica costante di sport particolari come il nuoto e la bici.

A queste motivazioni si aggiungono quelle di chi sostiene di farlo per lavoro, come modelli. Ora, questo è quello che ci dice la ricerca condotta dal Centro Studi Dermal Institute di Bologna, ma se volessimo basarci sui like social, il risultato è sempre lo stesso?

Vincono i pelosi o i depilati?

Così come le balde donzelle, anche gli uomini sfoggiano i loro corpi sui social. Alcuni di loro preferiscono depilare solo il petto, altri puntano al total body e altri ancora sono ancora fan sfegatati del buono e vecchio ‘pilu’, come direbbe Antonio Albanese. Jude Law, ad esempio, non abbandona il pelo, tanto che dalle t-shirt scollate che ama sfoggiare spunta un bel petto villoso. Cristiano Ronaldo e David Beckham, invece, amano avere un corpo completamente depilato. Sulla stessa linea d’onda, tra i bellissimi di casa nostra che sono assidui frequentatori di centri estetici abbiamo: Francesco Monte, Gianmarco Onestini, Stefano De Martino, Francesco Totti e Alessandro Matri.

Ovviamente l’elenco sarebbe molto più lungo, quasi infinito. Tra i fan del pelo, invece, ci sono: Raoul Bova, che in realtà pare abbia abbandonato la depilazione da qualche anno, Marco Bocci, Stefano Accorsi e Daniele Bossari. Anche in questo caso, la lista sarebbe molto più lunga, ma per tirare le somme bastano anche pochi esempi. Ora, in un’epoca social come la nostra è normale che la maggior parte dei like venga riscosso da chi presenta un corpo del tutto glabro, ma presi singolarmente riscuotono tanti apprezzamenti anche i pelosi. Qual è il succo? Giusto per azzardare, la conclusione migliore potrebbe essere questa: poco conta il pelo, l’importante è quello che c’è sotto.


© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche