Cinque curiosità sulle zanzare: quello che non sai su questi insetti

Curiosità e stranezze sugli insetti più detestati e fastidiosi di tutti i mesi estivi: le zanzare.

Con l’arrivo dell’estate sono ritornate le temute e fastidiosissime zanzare. Con ronzii e punture, questi piccoli insetti sono in grado di tormentare tutti durante le serate all’aperto e nel corso della notte. Per rendere un po’ più sopportabile la loro presenza ci sono cinque curiosità che le interessano e che non sono note ai più.

Cinque curiosità sulle zanzare

Le zanzare sono tra gli insetti più odiati soprattutto durante il periodo estivo. Con le loro punture, questi piccoli insetti, creano prurito e irritazione non solo alle pelli più sensibili. Ecco alcune curiosità che permetteranno se non di tollerarle maggiormente, quantomeno di conoscerle un po’ di più.

curiosità sulle zanzare

Solo le femmine mordono: ebbene si, solo le zanzare di sesso femminile mordono. Come i maschi si nutrono di nettare e linfa delle piante e di fiori, ma hanno bisogno anche di sangue per produrre uova, in quanto è ricco di proteine necessarie.

Amano il colore nero: se si è particolarmente soggetti a punture di zanzare, è bene evitare di indossare capi d’abbigliamento di colore scuro, in quanto sono attirate dal nero, dal rosso e dal blu.

Meglio quindi preferire colori chiari e tenui, come il bianco, il beige e le sfumature pastello. Se nonostante si indossino colori tenui si viene comunque punti, per lenire immediatamente l’irritazione si può utilizzare ad esempio l’aloe vera.

Non sono inutili: è difficile da credere, ma le zanzare non vivono solo per pungerci. Alcune specie sono infatti un’importante fonte di cibo per gli uccelli migratori, soprattutto in Canada e in Russia. Inoltre, due tipologie di orchidee ricevono il polline proprio da questi fastidiosissimi piccoli insetti.

Il battito di ali produce il ronzio: le zanzare sbattono le ali dalle 300 alle 600 volte al secondo Il battito di ali produce il caratteristico ronzio che di notte ci infastidisce e ci mette alla ricerca del piccolo insetto per tutta la stanza. Secondo alcuni esperti, il battito non sarebbe altro che un richiamo amoroso che attira le femmine, le quali aumentano il loro ronzio per raggiungere l’intensità di quello del maschio.

Sono gli animali più mortali: purtroppo, a questi piccoli insetti spetta il primato di animali più mortali al mondo. Attraverso le loro punture, infatti, diffondono malattie pericolose come la malaria, la dengue, la febbre gialla e la filariosi. Queste malattie, soprattutto nei paesi più poveri, provocano annualmente la morte di moltissime persone.

Scritto da Chiara Caporale
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Gambe perfette in estate: i consigli da seguire e da provare

Cosa indossare per un viaggio in aereo: 5 idee per non sbagliare

Leggi anche
  • leadership autentica cos'èLeadership autentica, cos’è e perché è importante in campo lavorativo

    Un rapporto di stima e fiducia con i propri dipendenti è importante per creare un ambiente sereno ed è qui che entra in gioco la leadership autentica.

  • tatuaggi mamma e figliaTatuaggi per mamma e figlia: tutte le idee più belle a cui ispirarsi

    Un tatuaggio è per sempre, così come lo è il legame tra mamma e figlia. Ecco quindi tutte le idee a cui ispirarsi per un tatuaggio davvero speciale.

  • fame durante il cicloCome contrastare la fame durante il ciclo con gli alimenti giusti

    Fame durante il ciclo? Ecco perché la sentiamo e quali sono tutti i modi con cui contrastarla senza dover rinunciare ai nostri alimenti preferiti.

  • fleabagging cos'èFleabagging: cos’è e come fare per uscirne e vivere più sereni

    Cosa sappiamo sul fleabagging, la pratica assolutamente distruttiva che coinvolge soprattutto la sfera delle relazioni amorose e come fare per uscirne.

Contents.media